Minaccia e aggredisce la ex moglie, scatta il divieto di avvicinamento

In azione la polizia. Stalker 43enne non ha accettato la fine della relazione: per lui ordinanza del Gip di Larino

La Polizia di Stato del Commissariato P.S. di Termoli ha eseguito nei giorni scorsi un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Larino, del divieto di avvicinamento alla parte offesa, nei confronti di un presunto stalker termolese di anni 43.

Le indagini condotte dagli agenti del Commissariato hanno evidenziato che l’uomo ha molestato, minacciato ed aggredito l’ex coniuge dalla quale si era separato con atteggiamenti persecutori, tanto da cagionarle un grave e continuo stato di ansia e di paura per la sua incolumità. Infatti il termolese, geloso della nuova relazione sentimentale della donna, seguiva l’ex coniuge costringendola a fermarsi e la ingiuriava ripetutamente con epiteti offensivi, anche in presenza di altre persone. In questo contesto la vittima in una circostanza, in presenza di familiari, è stata avvicinata e successivamente aggredita (finendo a terra e riportando lesioni non gravi).

Il personale del Commissariato durante le indagini condotte è risalito ad altre aggressioni subite dalla vittima. L’uomo pertanto è stato accusato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino per atti persecutori, lesioni personali aggravate e violenza sessuale e non potrà più avvicinarsi all’ex coniuge ed ai luoghi da questa frequentati.

Casella di testo: Pagina1