“Migrazioni dei rifiuti”, sanzioni da 25 a 500 euro per chi conferisce indifferenziata nei cassonetti

Sarà multato chi non è iscritto al ruolo Tari di Campobasso e residente nello stesso o nei centri limitrofi e conferirà rifiuti indifferenziati nei cassonetti

REDAZIONE

Per contrastare la “Migrazione dei rifiuti”, il Comune di Campobasso ha emesso un’ordinanza che prevede sanzioni da 25 a 500 euro per chi, non iscritto al ruolo Tari del comune capoluogo e residente nello stesso o nei centri limitrofi, conferisce rifiuti indifferenziati nei cassonetti. Saranno installate anche delle fototrappole nei punti critici della città. Lo hanno illustrato nella conferenza stampa che si è svolta in via Enrico De Capoa nella zona industriale di Campobasso il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina e l’assessore all’ambiente, Simone Cretella che ha anche prospettato una estensione graduale del servizio di raccolta differenziata a tutta la città (prossimo monitoraggio nel quartiere San Giovanni) a condizione che con la municipalizzata Sea si reperiscano le risorse umane e finanziarie necessarie.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com