Migrante della Costa d’Avorio perde lo status di rifugiato e tenta il suicidio

Il 25enne ospite del Cat di via Berta ha tentato di farla finita in pieno centro

ISERNIA

Primi effetti del decreto sicurezza a Isernia. Un migrante 25enne, ospitato fino a pochi giorni fa presso il Cat dell’Hotel Sayonara in via Berta, disperato dopo essere stato mandato via dal centro di accoglienza in conseguenza del decreto Salvini, ha tentato di togliersi la vita nei pressi del supermercato Dok di via XXIV Maggio, provando a tagliarsi le vene con un pezzo di vetro. Un operatore del Cat del Sayonara lo ha riconosciuto e lo ha fermato, intanto i passanti allarmati per le urla del ragazzo disperato, che gridava di voler morire, hanno allertato i Carabinieri e il 118.

Ahmed, questo il suo nome, è stato assicurato alla barella e portato d’urgenza al Pronto Soccorso del Veneziale. Ma dopo che lo avranno sedato e tranquillizzato, le cose per Ahmed non cambieranno, resterà in mezzo alla strada, senza un tetto, trasformandosi in un pericolo per se stesso e per gli altri. A Isernia sono questi i primi effetti del cosiddetto decreto sicurezza. E la gente comincia ad aver paura.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com