Mercato invernale, primi due colpi per il Campobasso 1919: Sabatino e La Montagna

L’esperto difensore, con sette tornei di Eccellenza in bacheca, arriva dal Venafro mentre il centrocampista, classe 1992, ha alle spalle tanti anni nel massimo torneo campano e in serie D con il Bojano

Primi due colpi nel mercato invernale per il Campobasso 1919. Di seguito il comunicato della società pubblicato sui suoi canali social ufficiali:

“Due nuovi lupi nel branco rossoblù: Fabiano Sabatino e Giuseppe La Montagna saranno da oggi a disposizione di mister Di Meo. Centrale roccioso e di esperienza classe ’86, Fabiano è un profondo conoscitore del massimo campionato regionale in cui ha collezionato oltre 330 presenze con le maglie di Isernia, Vastogirardi e Bojano con le quali annovera complessivamente, anche più di 50 apparizioni nel campionato di Serie D e ben 7 campionati di Eccellenza in bacheca. Quest’anno, dopo aver disputato una prima parte di stagione da protagonista col Venafro di Camorani, Sabatino è pronto a dare il suo contributo nel progetto di rinascita rossoblù.

Ufficiale anche la firma di Giuseppe La Montagna. Centrocampista classe 1992, l’interno di mediana vanta trascorsi in Serie D tra le fila di Viterbese, Ebolitana, Boville, Battipagliese, Pomigliano ed in Molise, col Bojano. Ancor più ricco il curriculum nell’Eccellenza campana: Giuseppe ha infatti disputato il massimo campionato regionale con Turris, Montesarchio, Casalnuovo, Frattamaggiore, Puteolana, Palmese e Mondragone. Tra i migliori interpreti del suo ruolo negli ultimi anni nell’Eccellenza campana, anche Giuseppe è già a disposizione di allenatore e compagni.

Entrambi hanno svolto stamane il primo allenamento con il resto del gruppo. A loro un caloroso benvenuto nel branco”.

“Per un giocatore della mia età – le prime parole di Sabatino – la chiamata del Campobasso è sicuramente inaspettata. Sono contento, è un’opportunità che mi gratifica molto perché vuol dire che in questi anni ho fatto qualcosa di buono, ho lavorato bene. Difficile trovare un’altra piazza del genere in Eccellenza, il tifo qui è encomiabile. Squadra, tifo e città meritano di tornare in altre categorie. Ero già stato molto vicino al Campobasso nell’era di Farina ma come si suol dire, meglio tardi che mai. Adesso dobbiamo rimanere concentrati, non abbassare la guardia col Pietramontecorvino.”

“Quando si è presentata la possibilità di venire a Campobasso – ha detto invece La Montagna – non ci ho pensato due volte. Sia per il blasone della piazza che per il progetto ambizioso e vincente della società. Non capita tutti i giorni di vestire la maglia rossoblù. Difendere questi colori sarà un orgoglio. Spero che col passare delle giornate aumentino anche i tifosi allo stadio perché sono fondamentali.”

In alto, Sebastiano Sabatino e sopra Giuseppe La Montagna (Fonte: pagina Facebook Campobasso 1919)