Medicina, aprirà in Molise una nuova facoltà privata

La sede a Roccaravindola, alle spalle del Centro Commerciale “I Melograni”

Aspiranti medici a Enna, nella sede siciliana dell’Università che dovrebbe aprire in Molise

Buone notizie per tutti quei ragazzi, non solo molisani, che ogni anno tentano di superare i test per essere ammessi al corso di laurea in medicina. Infatti, dall’anno prossimo, un esperimento già avviato con successo in Sicilia, ad Enna, dal Fondo Proserpina, potrebbe essere replicato a Roccaravindola, in provincia di Isernia, alle spalle del Centro Commerciale dei Melograni.

Lì dove, in un gigantesco complesso immobiliare nuovo di zecca, di proprietà del Gruppo Cimorelli, dovrebbe essere ospitato il corso di laurea in medicina dell’Università Galatiensis di Dunarea de Jos, della città romena di Galati.

Per il momento si tratta ancora di indiscrezioni, ma in sostanza chi vorrà studiare medicina, a partire dall’anno accademico 2020-2021 potrebbe farlo iscrivendosi all’Università privata che aprirà a Roccaravindola. Stando alle prime sommarie informazioni, il corso di laurea sarà in lingua inglese, per essere ammessi e poter frequentare sarà necessario superare dei test e soprattutto pagare la retta, perchè si tratta di una università privata, anche se il titolo di studio, ovvero la agognata laurea in medicina, dovrebbe essere regolarmente riconosciuto in Italia, in quanto la Romania fa parte della Comunità Europea. I corsi di laurea saranno a numero chiuso, ma nei prossimi mesi si dovrebbero sapere i requisiti per l’ammissione. Dietro l’iniziativa non ci sarebbe il Gruppo Cimorelli, che avrebbe offerto solo la disponibilità degli immobili dove i lavori di adeguamento sono già in corso, ma – stando alle indiscrezioni – il Gruppo Patriciello, operante nella sanità privata, con decine di cliniche in tutto il Centrosud d’Italia. Attualmente il Gruppo sanitario privato più grande dell’Italia Centromeridionale.

Ad Enna, in Sicilia, l’Università romena è arrivata attraverso una convenzione con la Fondazione Proserpina. A pochi chilometri da Roccaravindola, non lo dimentichiamo, opera la Fondazione Neuromed e questa potrebbe essere la chiave di volta dell’operazione, ma, per il momento si tratta solo di indiscrezioni, ancora da confermare e come tutti speriamo, perchè si tratterebbe di un salto di qualità sociale ed economico, non solo per la provincia di Isernia, ma per tutto il Molise, con studenti e docenti che arriverebbero da tutta Italia.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com