Medici militari per i vecchietti ospitati nella Rsa di Venafro

Sono arrivati a Venafro due medici militari per assistere i vecchietti Covid positivi, rimasti in quindici, dagli iniziali 18. Una paziente è deceduta dopo il trasferimento a Campobasso, mentre altri due anziani sono stati portati sempre al Cardarelli. Nella nottata chiesto anche l’intervento del 118 per un vecchietto che sembrava non stare troppo bene. E intanto proprio per quello che riguarda i medici, l’ospedale di Venafro si sta organizzando proprio in questi momenti con giovani medici militari appena arrivati dalla Campania che coordineranno infermieri e Oss già presenti.
Intanto, ieri sera è stata registrata una morte sospetta al pronto soccorso del Veneziale di Isernia. Si trattava di un sessantenne originario di Venafro. Da qualche ora era stato prudenzialmente ricoverato in condizioni critiche nella stanza covid, allestita nel reparto di emergenza proprio per ospitare i casi sospetti. Il paziente, che comunque era arrivato in ospedale perchè malato terminale per un tumore, è stato sottoposto a tampone post mortem e i locali del pronto soccorso sono stati ancora una volta sanificati. Chiesto il tampone anche per un altro paziente di Civitanova del Sannio portato sempre al pronto soccorso, anche lui a causa di altre gravi patologie.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com