Maturità, terminata la prova di italiano: “È andata, eravamo ispirati”

Rispettate le attese della vigilia con Verga, Pascoli, ambiente e pandemia. E domani sotto con la prova scritta specifica per ogni istituto

Oggi è stato il grande giorno della prima prova scritta della Maturità 2022. Puntuale alle ore 8.30 il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato sul sito la chiave elettronica con la quale le scuole hanno potuto decrittare il testo della prima prova scritta. I ragazzi hanno avuto a disposizione 6 ore. Mai come quest’anno le anticipazioni della vigilia, basate sulle attese dei maturandi, sono state rispettate: Verga e Pascoli erano gli autori più gettonati alla vigilia. Mentre l’ambiente e la pandemia erano tra i temi più attesi per quanto riguarda l’attualità”, come confermato dai maturandi del liceo Scientifico “Romita” di Campobasso. Infatti, una traccia è la comprensione, analisi e interpretazione di una poesia delle Myricae di Giovanni Pascoli “La via ferrata”; per l’analisi di un testo argomentativo c’è invece “La sola colpa di essere nati” di Gherardo Colombo e Liliana Segre; una novella di Giovanni Verga, “Nedda, Bozzetto siciliano”, è una delle sette tracce proposte dal ministero dell’Istruzione ai maturandi. E ancora, viene proposto un discorso pronunciato alla Camera da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021. Il discorso riguarda i cambiamenti climaticiUn’altra traccia riguarda l’iperconnessione: “Tienilo acceso: posta commenta condividi senza spegnere il cervello”, una riflessione a partire da un saggio di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, intitolato “Tienilo acceso”; la comprensione e l’analisi di un testo tratto da Oliver Sacks, “Musicofilia”. Infine, anche la pandemia entra nell’esame di maturità grazie alla tipologia C che viene proposta agli studenti e che riguarda l’attualità.

LE INTERVISTE