Massimo Starita presenta “Giorni di Maggio”

Un romanzo che narra un intreccio tra amori e vicende larinesi

REDAZIONE TERMOLI

Ieri sera, nella pittoresca cornice del Palazzo Ducale di Larino, Massimo Starita ha presentato la sua opera prima ai cittadini, il romanzo “Giorni di Maggio”, la storia di un Santo, di un popolo e di un amore, con la dotta introduzione del prof. Antonio Picariello. Il romanzo è ambientato nel IX secolo ed è incentrato sulla speranza dei Larinesi di risorgere dalle proprie ceneri dopo la violenta devastazione subita dai Saraceni. Dal furto della reliquia del Santo protettore che spinge la comunità frentana al recupero delle sue ossa si intrecciano eventi rocamboleschi ed insidie di ogni genere. Sullo sfondo si dipanano le vicende d’amore sofferte del protagonista, pronto a sfidare ogni avversità pur realizzare il suo sogno, di amore, di libertà e di riscatto di un’intera comunità.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com