Marine Litter, Fallica: «Sindaco ci dia chiarimenti sul progetto»

Clima rovente a Petacciato dove la minoranza in consiglio comunale sta alzando le barricate contro il progetto “Marine Litter”. Presentato in consiglio comunale come sito per i rifiuti del mare, secondo la minoranza diventerebbe un sito di stoccaggio di rifiuti speciali nei quali rientrerebbe anche la categoria delle ecoballe. Dopo la conferenza stampa di Giuliana Ferrara del Partito Democratico, anche il consigliere comunale del MoVimento 5Stelle, Matteo Fallica, ha espresso la sua ferma contrarietà al progetto. Al suo fianco i consiglieri regionali Andrea Greco e Valerio Fontana. Secondo quanto ricostruito attualmente sarebbero 60 le tonnellate di rifiuti che potrebbero arrivare a Petacciato in un sito che, in realtà, non è stato ancora individuato. «E’ uno scempio ambientale al quale dobbiamo opporci con tutte le forze – ha affermato Fallica – l’appello che facciamo come minoranza non solo ai cittadini ma anche agli altri Comuni costieri è quello di aiutarci a proteggere il nostro territorio. Essendo stato approvato a maggioranza in consiglio comunale è iniziato l’iter del progetto che poi dovrà approvare in Regione per essere vagliato alla luce della legge sui rifiuti. Noi, però, non ci fermeremo e utilizzeremo tutti gli strumenti per informare i cittadini e raccogliere le firme di tutta la costa perché questo progetto creerà un danno di immagine al golfo del basso Molise, un danno ambientale e un danno alla salute dei cittadini». Fallica, dal canto suo, è pronto anche eventualmente a rivolgersi al Tar Molise. «Sono stato contattato da alcuni avvocati che si sono offerti di opporsi a questo atto anche in sede di giustizia amministrativa. Stiamo valutando un ricorso al Tar che al momento non escludiamo». Le ricerche del consigliere comunale del MoVimento 5Stelle, però, sono andate oltre. «Secondo quello che abbiamo scoperto – afferma Fallica in un post su Facebook – la società si è costituita pochi giorni prima della presentazione della proposta al Comune di Petacciato e la società si è iscritta alla Camera di Commercio due giorni dopo la presentazione della proposta. Al momento tale società risulta “inattiva”. Da febbraio ad oggi la srl non ha realizzato alcun progetto sui rifiuti. L’unica pratica che risulta aver trasmesso è quella per Petacciato. Prima di interessare altri livelli istituzionali inviando gli atti alle autorità competenti, chiediamo chiarimenti al sindaco. Con chi ha parlato del progetto? Ha preso informazioni sulla società? Conosce l’amministratore e gli eventuali manager della srl? In base a quali valutazioni si è fidato? Ci spieghi tutto, caro sindaco. E se possibile, ci dia nome cognome e numero di telefono della persona che le ha presentato la proposta. Vogliamo proprio conoscere questi imprenditori che intendono investire sul nostro territorio. Vogliamo capire come operano, quali esperienze e competenze hanno, come si finanziano e, soprattutto, con quali argomenti convincono gli amministratori pubblici. Questa è una battaglia che ho intrapreso insieme all’altro capogruppo consiliare Giuliana Ferrara. Unite la vostra voce alla nostra».