Manifesti di Forza Nuova con l’immagine dei Misteri, cittadini indignati: Gravina intervenga

Sono apparsi questa notte a Bologna e in altre città italiane

Pma

Un vero e proprio oltraggio alla manifestazione più amata dai campobassani e dai molisani. Un affronto per la città capoluogo e le sue tradizioni. Su un manifesto di Forza Nuova, partito dichiaratamente neofascista, è apparsa un’immagine dei Misteri: per la precisione un Diavolo che tiene tra le braccia una bimba. Una scena consueta durante la sfilata degli ingegni del Di Zinno. E da sempre tra le immagini più suggestive dell’evento campobassano. Questa volta, però, è stata utilizzata per far riferimento all’operazione “Angeli e Demoni” e per attaccare, con metodi squadristi, il Partito Democratico. I manifesti sono stati affissi stanotte a Bologna e in altre città italiane dal dipartimento femminile Evita Peron di Forza Nuova. A questi manifesti ha replicato il circolo cittadino del Pd di Bologna: “Questa mattina in diversi circoli del nostro territorio abbiamo trovato questi vergognosi cartelli di Forza Nuova. Si tratta di metodi squadristi, di atti violenti, che alimentano odio, davanti ai quali non resteremo a guardare. Risponderemo in modo fermo, democratico, per questo come avevamo preannunciato nei giorni scorsi presenteremo denuncia alle autorità competenti, e andremo fino in fondo nelle sedi proprie, senza sconti. Non ci faremo intimidire, ma saremo al servizio delle nostre comunità con maggiore forza e determinazione. Un abbraccio e tutta la vicinanza possibile agli iscritti, ai militanti, ai volontari, ai tanti che continuano a credere in una politica diversa”.
La squallida immagine, con messaggi omofobi, in cui è presente una foto dei Misteri ha fatto immediatamente il giro del web suscitando l’indignazione di tanti cittadini campobassani. I quali chiedono un immediato intervento del sindaco di Campobasso Roberto Gravina. Anche noi ci associamo alla richiesta e auspichiamo una pronta presa di posizione da parte del primo cittadino del capoluogo di regione. mdi

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com