Maltrattamenti in famiglia, l’indagato lascia il carcere

Ha lasciato il carcere di via Cavour ed è stato confinato agli arresti domiciliari un uomo dell’hinterland trignino arrestato lo scorso maggio con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La decisione è stata presa dal tribunale in seguito all’istanza presentata dal legale dell’uomo, l’avvocato Giuseppe Fazio, del foro di Campobasso, che aveva chiesto appunto una misura meno afflittiva rispetto alla detenzione dietro le sbarre. E così, come detto, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari (naturalmente in un luogo diverso da quello dove sarebbero avvenuti i maltrattamenti nei confronti della coniuge). Per lui prevista anche la possibilità di recarsi al lavoro presso l’azienda nella quale è impegnato. L’arresto, come anticipato, lo scorso maggio. L’uomo da tempo seguito dagli uomini della locale stazione dei Carabinieri, coordinata dal maresciallo Votta, fu condotto nel carcere di via Cavour di Campobasso dopo essere stato sorpreso in flagranza di reato. Da quanto riferito dagli stessi uomini dell’Arma, l’uomo avrebbe maltrattato la coniuge alla presenza di figli minori. Per lui si sono dunque aperte le porte del carcere. Nelle ultime ore invece la decisione di ‘confinarlo’ agli arresti domiciliari.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com