Lupi, operazione riscatto: al ‘Romagnoli’ arriva l’Aprilia. Quattro novità dal primo minuto per Cudini?

Dimenticare Tolentino. Un diktat costante nei tre giorni di lavoro che separavano il Campobasso dall’impegno contro l’Aprilia, di scena domani al ‘Romagnoli’. La squadra ha incassato lo 0-4 in terra marchigiana facendo affiorare elementi di consapevolezza, giustificando le critiche, o parte di queste, piovute sul gruppo subito dopo il triplice fischio finale. Sullo sfondo, la convinzione di essere incappati in una giornata storta, l’incidente di percorso doloroso che non pregiudicherà in alcun modo il cammino. Domani, la risposta. Che società e tifoseria si augurano possa essere granitica.

Le scelte di formazione. Quello di domani pomeriggio potrebbe essere un Campobasso rivisto, con alcune novità rispetto all’undici battuto senza appello dai cremisi. Il primo cambio, obbligato, riguarda la difesa: Sbardella rileverà lo squalificato Menna, appiedato per un turno dal giudice sportivo. L’ultima prestazione evanescente di Zammarchi, potrebbe poi spingere Cudini a dare una maglia dal 1′ a Vitali, ormai pienamente recuperato. Ciò consentirebbe a Raccichini di ritrovare la titolarità tra i pali. Il quarto e ultimo cambio possibile interessare la mediana, con l’esordio dall’inizio di Ladu, che ha avuto un buon impatto nei match in cui è stato impiegato a gara in corso. Visti i tanti impegni ravvicinati, non è una soluzione da escludere: a tirare il fiato sarebbe Brenci.

L’ex D’Agostino torna nel girone F. Stefano D’Agostino, fantasista ex rossoblù ricordato positivamente dai tifosi del Lupo per un’annata prolifica sotto la gestione De Lucia, torna a giocare nel girone F. Sarà avversario del Campobasso e vestirà la casacca della Cynthialbalonga. L’accordo è stato definito nelle ultime ore. le.lo.