Lotito incontra gli studenti universitari: patto tra scuola, atenei e mondo produttivo

Il presidente Claudio Lotito, candidato al Senato nel collegio uninominale Molise per il centrodestra, e l’onorevole Annaelsa Tartglione, candidata sul proporzionale alla Camera dei Deputati per Forza Italia, hanno incontrato ieri a Campobasso un gruppo di studenti universitari, presente tra gli altri un loro rappresentante.

Lotito e Tartaglione hanno spiegato, enunciandole, che esistono già diverse iniziative a cui i giovani possono fare riferimento. “Sono strumenti importanti – ha detto Lotito – messi in campo dalle istituzioni, ma che non vengono adeguatamente promossi e quindi attivati da parte dei giovani, non solo con riferimento alle Università ma anche alla scuola e alla formazione”. Si tratta di Studio SI, dedicato a studenti e laureati FONDO SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE  (Miur). I giovani  Molisani sono inseriti tra i potenziali destinatari per accedere al fondo; ON: OLTRE NUOVE IMPRESE a tasso zero, incentivi  per giovani e donne che vogliono diventare imprenditori,  prevede un mix di finanziamenti a tasso zero e un contributo a fondo perduto; SMART E START: sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico e digitale; GIOVANI AGRICOLTORI: bando Inail che mette a disposizione un contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento per i giovani in agricoltura, e del 40% per le imprese agricole fino ad un massimo di 60 mila euro; PIU IMPRESA: fondo perduto e finanziamenti Europei per i Giovani in agricoltura (Ismea).

I due candidati hanno quindi illustrato nuove idee in merito e annunciato che si faranno promotori di un’intesa tra mondo della scuola, università e realtà produttive e associative, da Confindustria, a Confcommercio, da Confapi a Confartigianato, Confagricoltura e Confesercenti e tutte le altre confederazioni, affinché si possano evidenziare le esigenze occupazionali che le realtà produttive e imprenditoriali del territorio regionale offrono. Attraverso stage, anche durante il corso di studi scolastici e universitari, con la possibilità di cimentarsi su progetti finalizzati ad acquisire esperienza sul campo, i giovani potranno essere stabilmente assunti, su esigenza aziendale, entrando subito nel mondo del lavoro.