Lieto fine per Alberta, la lupa trasferita presso il rifugio Monte Adone

Nel pomeriggio di ieri, 31 maggio, Alberta, la giovane lupa ibrida che era detenuta da ben 15 mesi nel canile di Isernia, ? stata trasferita presso il Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone di Sasso Marconi, in provincia di Bologna, dove potr? finalmente iniziare la sua nuova vita. Come si ricorder? la vicenda era stata portata all?attenzione dell?opinione pubblica tramite un video dal quale si evinceva palesemente la sofferenza dell?animale nell?essere ristretto in uno spazio tanto angusto. Il tam tam mediatico ha fatto s? che il Centro Monte Adone venisse a conoscenza della vicenda, fornendo subito la disponibilit? ad accogliere l?animale nel proprio rifugio. ?Il Presidente della Provincia di Isernia, il Presidente e l?Assessore competente della Regione Molise, in collaborazione con l?ASREM, si sono attivati in tempi rapidi affinch? l?animale venisse trasferito il prima possibile e la Regione Molise, a seguito del parere di ISPRA, oltre ad aver scelto e nulla ostato per il trasferimento presso il nostro Centro, si ? formalmente impegnata a garantire un contributo forfettario al mantenimento di Alberta. L?interessamento per Alberta ? arrivato da pi? fronti, numerose sono state infatti le associazioni animaliste che si sono mosse per lei, cos? come privati cittadini e alcuni esponenti del mondo politico. Riteniamo che la triste vicenda di questa lupa debba segnare un decisivo cambio di passo nella complicata questione della gestione degli individui ibridi in Italia e creare precise procedure affinch? non possa pi? accadere che un ibrido venga ?dimenticato? in un canile?, spiegano dal Centro Monte Adone. Alberta, cos? come evidente anche dalle foto, ora ? finalmente libera, ospite di un ampio recinto immerso nel bosco confinante con un altro spazio che ospita altri due giovani individui ibridi, con i quali sar? inserita dopo un adeguato periodo di adattamento.