Libri in 101 parole, a cura di Maria Stella Rossi

“Tutta la vita da vivere” di Francesco Paolo Tanzy

Sandér Trieco compie un pellegrinaggio esistenziale che si intreccia a luoghi, persone, ricordi paesaggi interiori e reali alla ricerca di una nuova traiettoria da dare alla propria esistenza incasellata in un quotidiano non più sostenibile. Sandér è vagamente depresso, in bilico fra il lasciarsi vivere e il vivere cercando un’ intima compiutezza, sempre conservando di sé una consapevole malinconia. La normalità e l’eccezionalità, la necessità dell’altro, soprattutto degli amici, e quella degli incontri conviviali sono lo sfondo in cui si muove il protagonista anche per placare il dolore del mondo e magari imparare ad affrontare la vita con “ cuore d’aquila”.