L’Europa degli studenti del Mario Pagano: “Gli interessi dividono, gli ideali uniscono”

Si è tenuto oggi al Convitto nazionale di Campobasso il convegno dal titolo “Ma cos’è davvero questa Europa?” con gli interventi dei docenti Lorenzo Scillitani dell’Università del Molise e Pasquale Pazienza dell’Università di Foggia dopo la proiezione di un videomessaggio della presidente del Parlamento Europeo, Roberta Metsola

di Antonio Di Monaco

Il 9 maggio 1985, in occasione del vertice tenutosi a Milano, la Comunità Economica Europea scelse di adottare come “Giorno dell’Europa” questa data in ricordo della proposta di Schuman per la creazione del nucleo economico europeo, a partire dalla messa in comune delle riserve di carbone e acciaio, che fu il primo passo verso l’Unione europea, ritenuta “indispensabile” al mantenimento della pace. Oggi, 24 maggio 2022, al Convitto nazionale “Mario Pagano di Campobasso si riflette anche su questo con il convegno dal titolo “Ma cos’è davvero questa Europa?”, moderato dal docente del Convitto, Umberto Di Giacomo.
All’evento, previsto nell’ambito delle attività promosse e organizzate da docenti e studenti partecipanti al programma “Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo”, sono intervenuti il professor Lorenzo Scillitani dell’Università del Molise e il professor Pasquale Pazienza dell’Università di Foggia. I lavori sono stati introdotti dalla proiezione di un videomessaggio del Presidente del Parlamento Europeo, Roberta Metsola, e da un altro interamente prodotto dagli studenti ambasciatori europei del Convitto in gara al concorso “Euroscola” promosso dal Parlamento Europeo.
“Non potevamo ignorare in questo momento storico la festa dell’Europa. Il titolo della giornata di oggi – ha sottolineato la Rettrice del Convitto, Rossella Gianfagna – è nato proprio da un’espressione classica dei ragazzi. Se non educhiamo i giovani al giusto approccio con l’Europa e, soprattutto, se non andiamo verso gli Stati Generali d’Europa, l’Europa non avrebbe senso di esistere”.