Lettera a Salvini: «Caro Matteo, riflettici su e non toppare più…»

Omega Point

«Caro Matteo, a distanza di giorni dalla tua uscita, ti chiedo: che idea ti sei fatto? Te la do io la risposta: hai toppato alla grande. Perché? Perché saremo sempre gli ultimi ad arrivare in qualcosa che già altri stanno portando avanti e chi può mai credere alle tue parole, alle tue riflessioni in questo periodo di elezioni? Neanche i tuoi elettori… Non è in agenda? Inseriamola! Analizziamo veramente il mercato della canapa, e le sue potenzialità che sono sotto gli occhi di tutti, anche i tuoi. Ci va di fare un discorso “terra terra”, quella che ci dà e dà da vivere. E di soldi, quelli che servono a tutti noi, all’Italia, per iniziare a vivere come Dio comanda. Sveglia alle 5 e testa già piena di pensieri e preoccupazioni, questa è la vita del contadino. “Piove?” “Tirerà troppo vento” “Domani torna il caldo”. Solo chi semina una semplice piantina nel proprio orticello di casa o su ettari può capire, gli altri, no. Poi finalmente ritorna in auge Lei, che può darci tanto, troppo. Tutto. E quindi No, non va bene, torniamo al favino, al coriandolo, addirittura al girasole. Per far cosa? Campare un’annata buona e la successiva no? Il mondo agricolo è in una situazione di stallo, viene da anni di non programmazione. Quindi puntiamo tutto su questa incredibile pianta: per l’ambiente che ci circonda e per quelli che ci fanno vivere, un po’ tutto noi, i soldi.  Quella della canapa è un mondo incredibile, che può appassionare. Mia nonna la seminava, quando me l’ha detto mi ha emozionato, tanto. Loro ne utilizzavano la fibra dello stelo, per il tessile. Noi di MolisHemp il seme per il cibo, sì il nostro bisogno primario. Poi quel seme regala una farina ricca di fibre e proteine che è sinonimo di cibi proteici: meno quantità produttive uguale meno costi, e cibo per tutti coloro che quotidianamente non riescono a nutrirsi. L’obiettivo è crederci, e senza doppi fini. Quanti posti di lavoro, e redditi agricoli migliori. Quanti? Ma con che certezze? Un mercato non regolamentato? Perché? Aleggia la figura del monopolio dello Stato? Soldi, soldi… Chi crede nelle potenzialità di questa pianta negli ultimi anni non lo fa per moda o per raggiungere i velleitari mercati di nicchia. Per tutti noi che viviamo quotidianamente nella terra e sappiamo cosa può significare scegliere di seminare una coltura rispetto ad un’altra, per “sopravvivere”. Quindi prima di demonizzare una pianta che ha delle peculiarità in termini alimentari, tessili, edilizi, farmaceutici e tanto ma tanto altro, facciamo delle riflessioni reali. Può garantire termini economici enormi, basti vedere la crescita esponenziale nei paesi dove si è lavorato seriamente e serenamente… Noi ringraziamo bar, caffetterie, pizzerie e ristoranti molisani e nazionali che divulgano le proprietà nutrizionali della canapa.
Caro Matteo, riflettici su e non toppare più…».

Paolo Padulo, azienda agricola MolisHemp

 

Omega Point

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com