«L’esempio coraggioso di San Pietro Celestino è valido ancora oggi»

Il messaggio del vescovo Cibotti per la festa del patrono di Isernia

REDAZIONE

Ridare vigore a un evento, religioso e civile, importante per la città di Isernia. Questo l’obiettivo che la Diocesi di Isernia-Venafro, in collaborazione con le istituzioni locali, ha intenzione di portare avanti. In occasione dei festeggiamenti di San Pietro Celestino, patrono di Isernia, il messaggio del vescovo di Isernia-Venafro, monsignor Camillo Cibotti. Più che il gran rifiuto Celestino V dovrebbe essere ricordato per la sua umiltà e per il suo coraggio di voler cambiare le cose. Il vescovo Cibotti vede delle somiglianze tra l’operato del pontefice isernino e l’attuale Papa Francesco, entrambi spinti dalla volontà di mettere al centro della Chiesa gli ultimi, svestendo il mondo dai giochi di potere, dagli intrighi che generano male e povertà. Intanto, nonostante il maltempo, le bancarelle hanno fatto la loro comparsa nel centro storico e gli isernini hanno riposto presente. La fiera, quest’anno, si snoda da largo Cappuccini fino a piazza Tullio Tedeschi. Nel pomeriggio, ore 17.15, la statua portata in processione lungo le strade della città.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com