Lega Pro, conclusa la sessione difensiva del Campobasso al Tar del Lazio

I giudici amministrativi si riuniranno per prendere in esame quanto emerso dalla giornata odierna e rivalutare le carte per poi esprimersi, salvo colpi di scena, domani mattina, mercoledì 3 agosto

Si è conclusa dopo oltre un’ora e mezzo la sessione difensiva del Campobasso al Tar del Lazio portata avanti dal gruppo di avvocati guidati dall’esperto di diritto sportivo Cesare Di Cintio. La difesa del club, escluso dalla Covisoc e dal Collegio di Garanzia del Coni in seguito alle verifiche sui documenti allegati alla domanda di iscrizione alla Lega Pro, ha presentato le carte relative alla richiesta di riammissione in terza serie questa mattina dalle 8:45 e poi dalle 13 a Roma ha presentato verbalmente allo stesso Tar i motivi per i quali viene chiesto il reintegro tra i professionisti.

Nelle prossime ore i giudici amministrativi si riuniranno per prendere in esame quanto emerso dalla giornata odierna e rivalutare le carte, per poi esprimersi, salvo colpi di scena, nella giornata di domani mattina, mercoledì 3 agosto. Lo stesso era avvenuto negli anni precedenti quando alla giustizia sportiva aveva fatto seguito il ricorso a quella ordinaria, anche se qualcosa sul verdetto potrebbe trapelare già dal pomeriggio di oggi.

Le previsioni vedono leggermente avvantaggiato il Campobasso rispetto al Teramo nella corsa al reintegro in Lega Pro. Anche se la situazione dei molisani, seppur non particolarmente eclatante dal punto di vista economico, potrebbe creare un precedente dal punto di vista sportivo per l’interpretazione delle regole. Motivo per cui la giustizia sportiva ha, di fatto, sempre respinto i ricorsi del club dopo l’esclusione della Covisoc prima di questo passaggio al Tar.