Le minoranze croate e quelle del Molise si incontrano a Roma

REDAZIONE

Mercoledì 18 dicembre, si è tenuto a Roma, presso la Chiesa di San Girolamo dei croati l’incontro con le minoranze croate, fra cui quelle della Regione Molise, alla prestigiosa presenza del Primo ministro della Croazia Andrej Plenković.

È stata presentata al Primo Ministro, assieme alle altre Associazioni croate-molisane del basso Molise, anche la neonata Associazione Culturale “Le Nostre Radici-Udruga Naši Korjeni” di Tavenna.

Il piccolo centro bassomolisano, sempre memore e fiero delle proprie origini croate, è spesso in prima linea in ogni tipo di iniziativa tesa a tenere ben saldi i rapporti con il Paese dall’altra parte del Mar Adriatico.

Lo scopo dell’associazione è quello di promuovere ogni genere di attività culturale, artistica e ricreativa legata anche a forti rapporti con la Croazia, Paese in cui affondano le radici tavennesi.

Al convegno di mercoledì hanno partecipato e dialogato con il Premier Croato Plenković alcuni membri dell’associazione, che ha un direttivo quasi del tutto al femminile così come è stata tutta rosa la delegazione presente.

Sono state nella Capitale Giuseppina Iurescia (presidente), Francesca Nuozzi in qualità di vice-presidente, il tesoriere Nicoletta Lamelza e Franca Ricci, uno dei soci fondatori.

Radici forti ma sguardo al futuro: ha costituito un ottimo primo passo in quest’ottica la partecipazione all’incontro  da parte de “Le Nostre Radici”, manifestazione fattiva della realtà tavennese.