L’Agnone fa muro, Colaizzo: «No all’anticipo di sabato»

Alla base del veto, un organico ridotto dalle partenze di Venturini, Falco, Lauria e Pagano

Norelli

PAOLO STANZIALE

CAMPOBASSO

Il derby tra Campobasso e Olympia Agnonese non si giocherà domenica pomeriggio. E’ stata un’ordinanza della Questura di Campobasso a fare luce sulla situazione mettendo nero su bianco che il match tra i lupi e i granata non si sarebbe potuto giocare come inizialmente fissato domenica 2 dicembre per motivi di ordine pubblico. I rossoblu, nella giornata di martedì, hanno fatto richiesta di anticipo del match alla società altomolisana vista l’uscita straordinaria dei misteri prevista nel capoluogo di regione di domenica nella stesso orario in cui inizialmente era previsto l’incontro.

L’Olympia Agnonese non è favorevole a questa ipotesi come dichiarato dal Presidente Marco Colaizzo che sentito telefonicamente ha dichiarato: «Abbiamo saputo dell’ordinanza da parte della questura e ne prendiamo atto. C’è stata questa richiesta da parte del Campobasso di anticipare la gara al sabato. Una richiesta che non possiamo però soddisfare. Siamo disponibili a giocare in qualsiasi altra data ma non di sabato». Parole chiare, nette, che non lasciano spazio a libere interpretazioni e che sanciscono come l’accordo sulla data in cui l’incontro si disputerà sia ben lontano. Qualcosa di più ne sapremo nella giornata di oggi. Ad influire sul veto alla richiesta del Campobasso, una motivazione su tutte riconducibile alla finestra di mercato che si aprirà il 1 dicembre. Al termine dell’incontro vittorioso contro la Jesina, hanno salutato l’Olympia Agnonese e fatto le valige il portiere Venturini, il difensore Falco, il centrocampista Lauria, l’esterno Pagano e gli under Caputo e Carnevale. Una riduzione sensibile di un organico che non sarebbe potuto essere rimpolpato prima di sabato appunto, mettendo così alle strette dal punto di vista delle scelte e delle rotazioni mister Foglia Manzillo che, intercettato anch’egli, ha aggiunto un’ulteriore motivazione alla vicenda derby: «Per me la partita resta domenica. Sabato, come detto dal presidente Colaizzo, non giochiamo sicuro. Sono disponibile a venire incontro alle esigenze altrui ma che non vadano a sfavore nostro. Abbiamo Lamin Jawo che ha accusato un infortunio muscolare e tutti sappiamo quanto sia importante avere un giorno in più per recuperare».

CAPITOLO MERCATO. Lo stesso numero uno dell’Olympia Agnonese, Colaizzo, ha ammesso che la società è attiva sul mercato per sostituire i giocatori in partenza provando a fare di tutto per metterli a disposizione del tecnico Foglia Manzillo già a partire dalla gara con il Campobasso. Il tecnico partenopeo ha confidato di aver: «contattato alcuni giocatori da me allenati in passato ma stanno bene dove stanno e le loro società non li vogliono lasciare andare. Le priorità restano una punta centrale e ora, un portiere vista la partenza di Venturini».

Norelli

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli