La scuola si apre al digitale, tra sfide di marketing e un’Europa più vicina

Due giorni tra formazioni ed esperienze dirette per l’Alberghiero di Termoli. E parte la gara di solidarietà per Pierpaolo Piras

L’obiettivo è quello di diventare sempre più una scuola a respiro internazionale perché le vere sfide del futuro sono fuori dall’orticello di casa propria, all’interno di quell’Europa che sta a qualche passo di distanza. Una tre giorni di formazione, esperienze pratiche e attenzione al sociale quella che sta per iniziare all’Alberghiero di Termoli. I dettagli degli eventi sono stati presentati questa mattina, 2 dicembre, in conferenza stampa dalla dirigente scolastica dell’Ipssar, Maricetta Chimisso, al suo fianco i docenti Eliana Pasquale, Maria Rosaria Musacchio, Ferrante, Maurizio Santilli e Daniela Scalera. Si parte domani, martedì 3 dicembre, con un pomeriggio di formazione sull’economia digitale e l’importanza che questa ha nell’ambito del turismo e dell’accoglienza turistica «che non è possibile fare senza passare dal digitale. Ospite della nostra scuola – ha affermato la dirigente Chimisso – sarà Giovanni Perilli, uno dei primi funnel coach al mondo. Vogliamo aprire uno spettacolo importante sul ruolo che il marketing online, che ha una sua dimensione molto particolare, riveste nel successo di una impresa anche perché noi siamo una scuola che ha particolarmente a cuore il successo delle imprese e dei nostri professionisti nel mondo del lavoro. Siamo consapevoli del fatto – ha continuato la Chimisso – che una impresa di successo non può esprimersi senza i mezzi dell’economia digitale e abbiamo ben presenti gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030». Obiettivo, quindi, è quello di iniziare «una valorizzazione del ruolo dell’economia digitale per lo sviluppo economico del territorio, delle imprese e dei ragazzi. L’Alberghiero deve restare un punto di riferimento per il territorio ma vogliamo avere una apertura mentale nei confronti dell’agenda digitale e assieme a Giovanni Perilli daremo proprio uno spaccato importante sul ruolo del marketing online perché gli studenti devono capire che non si può fare turismo ed accoglienza turistica senza passare dal digitale». Dalla formazione alle esperienze sul campo che verranno tracciate nel corso dell’evento del 5 mattina quando «daremo la partenza al progetto che ci vede coinvolti con altri paesi europei». Sotto la lente la rilevanza internazionale dell’evento per i ragazzi dell’Alberghiero che saranno impegnati in scambi e stage a Malta, Spagna e in Svezia accanto alle collaborazioni già avviate con Turchia, Lettonia, Grecia e Croazia. «Sono spaccati di mondo attraverso i quali gli alunni arrivano a quell’apertura mentale necessaria per avere un modello di qualità della vita individuale, culturale e di cittadinanza attiva in cui ci sia attenzione anche al superamento di pregiudizi e barriere». Il 4 dicembre, invece, un evento decisamente più sociale che l’Alberghiero ha voluto realizzare per dimostrare vicinanza alla famiglia di Pierpaolo Piras e «a tutta la comunità di San Paolo Civitate che è molto numerosa all’interno del nostro istituto. Si tratta di un apericena sociale con raccolta fondi in favore di questo padre di famiglia che sta combattendo la sua battaglia di salute in Israele. Noi vogliamo contribuire e rendere merito alla comunità di San Paolo Civitate avendo attenzione per questo concittadino anche perché il messaggio educativo è fondamentale». Alla manifestazione prenderà parte anche il maestro Luigi Petta che suonerà dei brani al pianoforte e la somma che sarà raccolta sarà interamente devoluta alla famiglia Piras.  

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com