La Polisportiva Molise in Campo

di Irene Giuliano

Con l’atletica nel cuore dal 1961” questo è lo slogan della società di atletica leggera più longeva della nostra regione. La Polisportiva Molise. La società il 10 gennaio 2021 avrebbe festeggiato i suoi 60 anni di attività, ad oggi stima all’incirca un centinaio di atleti.

Nonostante la vastità di ragazzi e ragazze che si cimentano in questo sport, la nostra regione non gli attribuisce il peso che si merita. Lo sport che viene considerato “regina”, nel nostro territorio non viene curato. Infatti al campo scuola “Nicola Palladino”, situato nella zona di fontana vecchia della nostra città, risulta essere pieno di elementi da ristrutturare da diversi anni. Nonostante ciò i ragazzi della Polisportiva Molise, sia durante il covid sia con queste difficoltà, hanno continuato ad allenarsi.

Spazio ai più piccoli!

Nell’ultimo periodo, dopo le quattro medaglie d’oro nell’atletica ai giochi olimpici di Tokyo, ma soprattutto grazie al campione olimpico Marcell Jacobs, le iscrizioni sono aumentate. In particolare nel settore giovanile. Gli esordienti arrivo ad essere circa 40, che vengono allenati tra giochi e competizioni da due ragazzi giovanissimi, Francesca Tullo e Andrea Di Giacomo. Spesso aiutati da altri atleti giovani come loro, organizzano frequentemente manifestazioni sia solo tra i loro esordienti che aperte a tutti i più piccini, dove i giovani atleti si cimentano in tutte le specialità. Dalla corsa ai lanci…. Dai Salti agli ostacoli…. Ma senza dimenticare l’elemento fondamentale, DIVERTIRSI!

La Marcia.

Nel 2011 il presidente Francesco De Lellis ha presentato la “Marcia dei Misteri”; la corsa podistica dedicata alla stessa città di Campobasso che, a causa della situazione pandemica, si è fermata nel 2019. Venivano premiati tutti i partecipanti, alla fine della gara mettevano sempre a disposizione un punto ristoro per permettere ai corridori di riprendere le proprie forze.

La Polisportiva va avanti…

La Polisportiva Molise non si ferma qui! Nel senso che, lo stesso presidente della società affiancato dall’allenatore Roberto Di Giacomo, preparano i più grandi; dagli 11 anni a salire vengono formati anche per sostenere gare di una maggiore importanza. Quando comincia la stagione delle gare indoor, alcuni atleti si recano in uno dei più prestigiosi stadi indoor in Europa, ovvero il Palaindoor di Ancona.

Alcuni risultati.

Infatti proprio ad Ancona l’atleta della Polisportiva Molise Valerio Tagliaferri, ristabilì il record regionale sulla distanza dei 200M indoor fermando il cronometro a 24”98; Valerio è uno dei diversi talenti che i due allenatori sono riusciti a formare. Negli anni passati, hanno avuto diversi atleti considerati di interesse nazionale, tra questi ricordiamo Pasquale Palange, all’epoca allenato dall’ex velocista della stessa società, Alessandro Giuliano. Adesso dalla corsa di velocità ci spostiamo al mezzofondo; nello specifico nei 1200M siepi dove la giovane atleta Daria Tucci si conquistò il quarto posto negli ultimi campionati italiani svolti il 9 luglio del 2021 con il tempo di 7:24.87.

Per concludere

L’atletica leggera non sarà uno sport molto praticato, ma con se trasmette importanti valori. Dove non contano solo i risultati, ma insegna ad allenarsi e rapportarsi con atleti che possono provenire da tutta l’Italia; insegna a pieno il senso di sportività. Come ci hanno dimostrato i due atleti olimpici, che si può condividere “un cuore in due” dividendo in primo posto nel salto in alto, Gianmarco Tamberi e Mutaz Essa Barshim:

Giudice: Possiamo continuare con il jump off…

Barshim: Possiamo avere due ori?

Giudice: è possibile…

Barshim (a Tamberi): Facciamo la storia, amico mio. Siamo campioni olimpici.