La Molisana Magnolia, col raduno inizia la quinta stagione rossoblù. La seconda in A1

Il parquet ed il suono della palla a spicchi sono pronti a riempire le giornate dei sostenitori rossoblù. Sul fronte La Molisana Magnolia Campobasso le vacanze dai canestri sono agli sgoccioli in un percorso che, dopo la chiusura di regular season ad aprile della prima storica stagione nella Techfind Serie A1 e la finale di Coppa Italia under 20 a giugno, si apre nuovamente al massimo torneo nazionale in rosa con la novità, anche, dell’appuntamento continentale di EuroCup.
ALL’ARENA Domani (lunedì 23 agosto) con inizio alle ore 17 – sul parquet dell’Arena – quasi tutto il gruppo rossoblù risponderà all’appello della società e dello staff tecnico per una prima conoscenza e per proiettarsi nella prima settimana di lavoro con, all’interno, i test fisici condotti dal preparatore Pasquale Tancredi e le visite mediche per il gruppo campobassano, nonché l’inizio della preparazione atletica ed un primo contatto con i ferri e con la filosofia tattica dei #fioridacciaio.
ANIMO DI RIPARTENZA Un aspetto – quello legato all’avvio di un nuovo percorso – ben presente nelle considerazioni della vigilia del coach delle magnolie Mimmo Sabatelli.
«Senz’altro – spiega – c’è grande voglia di ricominciare, sia da parte mia che dello staff e della società. Ci ritroviamo e torniamo a sudare in palestra, che è l’aspetto più intenso della nostra passione».
MENU ALLA CARTA In particolare, per i #fioridacciaio, si preannuncia una prima settimana «all’insegna dei test fisici e delle visite mediche – prosegue il trainer – con la possibilità di migliorare ulteriormente la conoscenza tra il gruppo e lo staff tecnico. Avremo davanti a noi un mese intenso di allenamenti per arrivare nel miglior modo possibile all’esordio in campionato, senza dimenticare assolutamente il doppio appuntamento con il preliminare di EuroCup, un doppio confronto dall’alto coefficiente di difficoltà per noi».
IDENTIKIT TATTICO Di fatto, nei desiderata del trainer rossoblù, c’è una Magnolia «che sia intensa a livello difensivo e che faccia di questo e della velocità le proprie caratteristiche principali. Sono atlete che ho fortemente voluto assieme al mio staff, motivo in più per avvicinarci con grande decisione agli impegni ufficiali che ci attenderanno».
ANNO ZERO Dalla sua, il team rossoblù – così come era avvenuto nella stagione d’esordio – avrà un roster totalmente rivoluzionato sul versante senior.
«È la prima volta che accade – spiega ancora Sabatelli – perché, dal nostro secondo torneo in poi, abbiamo sempre mantenuto una base di conferme. In questo 2021, invece, abbiamo cambiato nella loro interezza le nostre giocatrici d’esperienza. In tutte c’è grande voglia di lavorare e riuscire a trovare il giusto affiatamento per un roster che è determinato a mostrare all’esterno le proprie qualità».
ARRIVI ANTICIPATI A testimoniarlo le già diverse presenze in città di numerosi elementi – un po’ com’era avvenuta nella seconda stagione in A2, quella dei record (tredici successi consecutivi in avvio) – dell’organico rossoblù. Nella settimana antecedente i lavori ben cinque le atlete arrivate in Molise: mercoledì aveva raggiunto il capoluogo di regione l’ala-pivot Giuditta Nicolodi, sabato la guardia argentina Florencia Chagas, le playmaker Anna Togliani e Stefania Trimboli e l’under Giorgia Amatori. In concomitanza con il pomeriggio del raduno, poi, ci saranno gli arrivi della guardia statunitense Robyn Parks che giungerà però in serata sotto il castello Monforte facendo scalo a Fiumicino, della lunga croata Nina Premasunac, della junior azzurra Ashley Egwoh, della termolese figlia d’arte Laura Del Sole e della regista sanseverese Emanuela Trozzola.

Nei giorni successivi sarà la volta dei due prospetti sudamericani Federica Del Bosco e Blanca Quiñonez. L’ala slovena Zala Šrot arriverà in Molise alla fine della prossima settimana dopo aver terminato la sua esperienza con la nazionale ai Mondiali under 18 di 3×3 a Debrecen (via alla kermesse martedì). Ancora in America, invece, la pivot Reshanda Gray, impegnata nella Wnba con le New York Liberty.
VOGLIA DI MAGNOLIA «Il fatto che ci siano già diverse atlete in città è un ulteriore segnale di quanta voglia ci sia di ripartire non solo da parte del club, ma anche e soprattutto delle ragazze pienamente sintonizzate sulle frequenze del loro club ed intenzionate a vivere una stagione di ulteriore crescita per la loro carriera e per i risultati da consegnare alla storia del club».