La Direzione Regionale Musei Molise e il Comune di Venafro onorano Dante Alighieri

Nell’anniversario dei sette secoli dalla morte, la Direzione Regionale Musei Molise del Ministero per la Cultura e il Comune di Venafro onorano Dante Alighieri con un evento teatrale che ripercorre la Divina Commedia e, in particolare, i canti dell’Inferno nello straordinario scenario del Museo Nazionale di Castello Pandone a Venafro.

La storica ricorrenza, alla quale l’Italia e il mondo stanno tributando una diversificata selezione di iniziative, verrà festeggiata, dopo Civitanova del Sannio e Castelpizzuto, anche a Venafro con uno spettacolo che ha come protagonista l’attore veronese Alessandro Anderloni che da più di quindici anni porta in scena Dante e la Divina Commedia in spettacoli di prosa, musicali e coreutici, anche itineranti. Anderloni sarà a Venafro, nell’ambito di un tour molisano che fa parte del progetto Dante Settecento, lunedì 9 agosto 2021 alle ore 20.30, dove, al suo spettacolo, farà da sfondo la suggestiva location del Museo Nazionale di Castello Pandone.

Anderloni da anni porta in scena la Divina Commedia in monologhi teatrali in cui interpreta i canti a memoria. Ne conosce più di trenta e li propone in forma di narrazione che si snoda dalla vita di Dante alla scrittura delle sua Commedia per poi affrontare i canti. Per la serata al Castello Pandone di Venafro Anderloni proporrà tre canti dell’Inferno, il III con l’ingresso nella Città Dolente, la vista degli ignavi e l’incontro con Caronte, il XXI con i diavolacci nella bolgia dei barattieri e il XXVI con il celebre monologo dell’ultimo viaggio di Ulisse.

L’evento, organizzato dalla Direzione Regionale Musei Molise e dal Comune di Venafro in collaborazione con l’Associazione Speleologi Molisani e con l’Associazione Città Nuova, è inserito in un progetto più ampio intitolato “Dante in Molise” per onorare lo storico anniversario. Esso è organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Le Falìe di Velo Veronese, paese d’origine di Alessandro Anderloni sulle montagne di Verona, e fa parte delle iniziative “Dante Settecento” per celebrare Dante in tutta Italia e nel mondo.

Alessandro Anderloni, scrittore, regista e attore che da decenni studia e porta in scena la Divina Commedia in adattamenti teatrali, musicali e di danza. Tra le iniziative proposte in questi anni ci sono i “cammini danteschi” in cui Anderloni, da solo o accompagnato da musicisti, interpreta alcuni canti del capolavoro dantesco in luoghi naturali o archeologici particolarmente suggestivi per ambientazione, storia e pregio artistico. Dal 2018 ad oggi sono più di cento gli spettacoli che il progetto “Dante Settecento” ha realizzato in molte parti d’Italia. Lo spettacolo fa parte degli eventi organizzati nell’ambito del progetto “Sentieri di Acqua e Pietra” realizzato dalla Direzione regionale musei Molise per la strategia “MuSST – musei e sistemi di sviluppo territoriale”.