La curiosità che non t’aspetti: conservati in Molise frammenti delle Twin Towers crollate l’11 settembre 2001 (LE FOTO)

C’è un piccolo filo invisibile che lega il Molise, precisamente Pietracupa, con le ‘Torri Gemelle’ di New York. Una piccola curiosità che il Molise offre al mondo intero a distanza di 20 anni dall’attacco terroristico dell’11 settembre 2001. La storia, purtroppo, la conosciamo tutti. Erano le 8.46 del mattino (le 14.46 in Italia) quando il primo dei quattro voli dirottati dai terroristi di Al Qaida attraversò il cielo di New York schiantandosi contro la Torre Nord del World Trade Center. Pochi minuti più tardi (9.03) lo United Airlines 175 si schianta sulla Torre Sud, tra il 77esimo e l’85esimo piano, a 870 chilometri l’ora. Alle 10,00 del mattino  una delle Twin Towers, quella rivolta a sud, collassa su se stessa e si abbatte al suolo davanti alle telecamere di tutto il mondo. Meno di mezz’ora più tardi, precisamente alle 10.28, la stessa sorte toccherà alla Torre Nord. Ebbene proprio a Pietracupa, nel ‘Museo pietracupesi nel mondo, il loro cammino’, creato da Benedetto Di Iorio nella sua casa natale in via Generale Durante, già via Aia Del Piano, è conservato un frammento di una torre collassata. Il frammento è stato donato al museo da Nicola Carrelli, nato a Pietracupa ed emigrato negli Stati Uniti nel 1962.  “Nella qualità di ingegnere -ci ha spiegato Ben Di Iorio- il signor Carrelli lavora con una grande Società di New York che cura la manutenzione del World Trade Center dove erano le due torri collassate. Per non rendere oggetto di souvenirs o di commercializzazione quel che rimaneva delle due torri si era deciso di consegnare ai dirigenti di questa società alcuni frammenti dell’esterno delle torri e un’altra in acciaio della struttura. “E proprio questi due frammenti sono esposti e custoditi orgogliosamente in Molise”, nella casa Natale di Benedetto Di Iorio, dedicata ai Pietracupesi nel mondo, il loro cammino”.