Jelsi, torna la festa di San Amanzio il 24 e 25 giugno

Venerdì l’immancabile e rinomato vitello intero allo spiedo e sabato la “pizza vonta, ventresca e paparoglie” e gli immancabili fusti da 1000 litri di birra con tanta musica

Torna l’appuntamento promosso dall’Associazione culturale S. Amanzio, due giorni di spettacoli, divertimento e prelibatezze gastronomiche. Il 24 e 25 giugno si svolgerà a Jelsi (Cb) la 21ª Festa in onore di San Amanzio, organizzata e promossa dall’Associazione culturale “Centro Studi di storia, cultura, tradizioni e territorio San Amanzio”. 

Un’avventura nata nel “lontano” 2002, l’idea di proporre un progetto che coinvolgesse cultura e divertimento, fare da ponte tra la tradizione e il presente con lo sguardo rivolto al futuro e all’identità di una comunità: è lunga la strada percorsa da “Quelli di San Amanzio”, un gruppo di amici che nel tempo è diventato un collettivo eterogeneo e sempre più coinvolgente. +

Dopo lo stop forzato degli ultimi due anni, che ha visto però impegnata l’Associazione nel proporre modalità ed eventi alternativi, ritorna finalmente in modalità “live” quella che in questi due decenni ha sempre più rappresentato un evento imperdibile nel cartellone dell’estate molisana.

Si parte da venerdì 24 alle ore 20:00 con l’immancabile e rinomato vitello intero allo spiedo, cui seguirà in serata il mix musicale degli Anna dai Capelli Rock e degli Howling Mutt, in un turbine caleidoscopico tra sacralità gospel  e anarchia punk.

Il successivo sabato 25, alle ore 18:00, ci sarà la Processione in onore del Santo, che quest’anno sarà accompagnata dalla musica e dalla passione dei Bloko Intestinhao, cui seguirà la Santa messa presso la Chiesa Madre.

Gli eventi proseguiranno poi a partire dalle 20:30 presso lo stand gastronomico con la “Pizza vonta, ventresca e paparoglie” e gli immancabili fusti da 1000 litri di birra, accompagnati dalle sonorità dei Gatta Molesta, con un doppio live la cui seconda parte seguirà il termine dei fuochi pirotecnici, previsti per la mezzanotte. La band torna in tour dopo i primi 15 anni di carriera riproponendo i brani con cui hanno incendiato i palchi di mezza Europa: dalle isole Azzorre all’Ucraina, attraversando culture e nazioni, a suon di gipsy, balkan e gitan punk!

Per info sull’evento e sulle attività dell’Associazione è possibile consultare il sito ufficiale www.amanzio.com  e i rispettivi canali social