Isernia: La Fiera delle Cipolle

Dimensione srl 3×1

Marco Romanella e Lorenzo Aufiero

Come ogni anno il 28 e il 29 giugno si svolgerà a Piazza Ponzio e alcune vie limitrofe, la ricorrenza più conosciuta ed importante di Isernia: La fiera si San Pietro delle cipolle.
Questa manifestazione ha origini molto antiche, intorno al Quattrocento, ed è nata per far riunire i paesi vicini per vendere o per scambi commerciali.
La leggenda narra che San Pietro avesse una mamma molto cattiva e la una unica opera di beneficenza fosse quello di aver regalato una cipolla ad una signora povera ed affamata. Quando morì la generatrice, siccome per il suo cattivo carattere fini nell’inferno, chiese aiuto al figlio per uscire dagli inferi. Concessa la grazia le fu lanciata una treccia di cipolla per uscire. La donna, dimostrò nuovamente la propria cattiveria e calciò tutti gli altri dannati che cercarono di fuggire insieme a lei. Cosi la signora fu di nuovo condannata nel regno dei morti e la cipolla fu associata al Santo
Oggi invece la si propone per mostrare e far degustare pietanze contenenti  la cipolla e negli ultimi anni c’è stata l’aggiunta di musica, spettacoli ed altri tipi di intrattenimento fino a tarda notte.

Dimensione srl 3×1

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com