Ippoterapia: quando il cavallo diventa un amico fedele

Grande successo per il progetto organizzato dall’associazione “Genitori Arcobaleno”

POZZILLI. Si è concluso con una conferenza presso l’hotel Dora il progetto di riabilitazione equestre “Un cavallo per amico”, a cui hanno preso parte circa 20, tra bambini ragazzi e adulti affetti da diverse disabilità. «È stata una bella avventura – ha dichiarato Monica Di Filippo, presidente dell’Associazione Genitori Arcobaleno Onlus di Venafro, promotrice dell’iniziativa che da sempre si occupa di tutela e promozione dei diritti dei disabili –, con i suoi alti e bassi ma siamo riusciti a tirar fuori, ognuno di noi, il meglio affinché questo progetto riuscisse. In qualità di presidente dell’associazione genitori arcobaleno Onlus Venafro ringrazio a nome di tutto il direttivo Bruno Esposito, Fabiola Petrarca, Manuel Malatesta e Francesco D’Agnelli per la loro professionalità e grande pazienza. Ringrazio inoltre la Regione Molise per aver finanziato in larga parte il progetto, l’Ingegnere Luigi Petroni per il suo indispensabile aiuto, il comune di Venafro e L’Ambito territoriale per averci sostenuto in questa bellissima avventura. Spero dal profondo del cuore che questa sia stata solo l’inizio di una lunga collaborazione costruttiva e fattiva che possa cercare di abbattere finalmente quel muro di pregiudizi che ancora circonda il mondo della disabilità. Ringrazio le famiglie dei ragazzi che ne hanno preso parte e che stasera erano quasi tutte presenti all’evento di fine progetto. È indispensabile la collaborazione di tutti: famiglie, enti e istituzioni affinché i nostri ragazzi possano sentirsi accettati in una società ancora molto lontana da quell’inclusione tanto decantata ma poco attuata. Noi nel nostro piccolo cercheremo di far sì che questo cambiamento non rimanga solo utopia».