Iorio celebra le sue “conquiste” nel giorno del suo compleanno: dalla Gil, all’Autostrada…

Nel giorno del suo compleanno l’ex governatore Michele Iorio ha lasciato un messaggio “celebrativo” delle cose fatte per il Molise, pesnando ai sogni per la sua terra.

«Gli anni nel Molise che vorrei.

Oggi è una giornata particolare. Uno di quei giorni – scrive Michele Iorio – in cui la mente viaggia nei ricordi che mi porta a compiere un gesto inusuale per il mio carattere: condividere con tutti voi una serie di ricordi che si sono imbattuti tra le mie mani aprendo una cartellina.

Lo faccio oggi perché mi sento cresciuto abbastanza. Ma non tanto da non avere più il sogno di continuare a costruire quello che io, con un’intera squadra, abbiamo contribuito negli anni passati a mettere in campo: l’inaugurazione della ex Gil, la firma per l’apertura della facoltà di medicina a Campobasso, la firma sudata per la costruzione dell’Autostrada, l’inaugurazione della nostra sede a Bruxelles che è un gioiello che tutte le altre regioni ci invidiano, l’annullo filatelico con cui le poste riproducono temi di notevole interesse culturale, economico e sociale che è stato assegnato al Molise.

Non sono soltanto fotografie che ritraggono momenti indimenticabili della mia vita, sono immagini che rappresentano momenti significativi per questa nostra terra.

Sono firme che hanno costruito il Molise che era e che avrebbe dovuto essere.

Sono sogni che si sono avverati e che avrebbero dovuto essere coltivati per dare a questo mio, nostro Molise, la giusta considerazione.

Sono iniziative che, nonostante e certamente gli errori in cui siamo incappati ma sempre pensando di poter migliorare, avrebbero dovuto dare ai molisani il valore e il prestigio che meritano.
Iniziative che, nel ripercorrere con la mente quei momenti, rappresentano ancora per i molisani l’onore di appartenere a questa regione che tanto amo.

E soffiando la candelina, omaggio tutti voi del mio pensiero nel dirvi grazie per la stima e l’affetto che mi dimostrate potendo ricambiare, oggi, solo con l’esprimere un desiderio: continuare a prendermi cura – ha concluso l’ex presidente – di quel sogno che si chiama futuro».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com