Investitori con la lente di ingrandimento

Il Brigante 2

La conoscenza del contesto

Già ieri il presidente ABI Antonio Patuelli,  intervenendo agli Stati Generali del Credito organizzati  da Assolombarda, aveva confermato che il livello dello spread a 300 non è sostenibile a lungo periodo e aggiungeva che  l’abbattimento del debito “cresciuto ininterrottamente da quasi mezzo secolo” è imprescindibile, specificando, inoltre, che solo l’euro fa vivere la finanza pubblica italiana, che con la lira il debito pubblico sarebbe già esploso in modo drammatico. Patuelli non ha rinunciato al richiamo, ormai di pragmatica, alla necessità di ripristinare e mantenere un clima di fiducia per rilanciare gli investimenti e la crescita. La preoccupazione per il livello dello spread e per la linea dell’esecutivo è stata espressa anche dal presidente di Confindustria Vincenzo Boccia con la richiesta che la manovra del Governo spinga di più sulla crescita. Ma oggi, la lettera dell’esecutivo all’ Ue  non modifica la manovra e il ministro Tria conferma la validità delle ragioni che ne hanno determinato la struttura.  Queste prime news della settimana nel panorama della economia e della politica italiane fanno intuire che gli investitori   saranno di certo orientati a controllare la propria strategia di investimento e, tra essi, i traders on line vorranno rivolgersi, prima di operare, ad un broker di fiducia come broker Vestle.

La conoscenza del mezzo

Il broker digitale è un valido supporto per i traders, sia per quelli già esperti, sia per i principianti e broker Vestle, ad esempio, si propone con un sito web lineare ed essenziale che trasmette un sentimento di sicurezza già nel messaggio iniziale, “Investi con conoscenza” e, ancora, quando ricorda all’utente:” …sta a te decidere quale tipo di investitore desideri essere”.  La conoscenza è considerata da broker Vestle un approccio  indispensabile per fare investimenti on line e gli investitori  ricevono tutorial, strumenti informativi, articoli, notizie aggiornate all’ultima ora sugli sviluppi dei mercati finanziari che, come più sopra abbiamo raccontato, sono in continua fibrillazione anche in seguito alle decisioni della politica economica  e alle relazioni più o meno diplomatiche che si sviluppano tra i governi, come quelle attualmente in essere tra Italia e Unione Europea.

I market mover della settimana saranno oltre alla situazione politica in Italia, di cui sopra, con il ritardo nell’accordo tra Italia ed Europa, anche la Brexit e il conflitto commerciale U.S.A-Cina. Per restare sui problemi del nostro paese, si deve sottolineare che da una parte tutti sono d’accordo sul fatto che il Pil debba crescere anche con una certa rapidità, ma dall’altra il piano del Governo sembra posizionato su ambiti considerati poco efficaci come moltiplicatore fiscale, come l’abbassamento dell’età pensionabile. Infatti, la commissione Europea ha rifiutato il piano e ha chiesto nuove misure. Ritorniamo, quindi all’incipit di questa settimana e di questo articolo con la lettera spedita entro la mezzanotte del 13 novembre alla Ue, dove il Ministro Tria confermava la validità delle ragioni che hanno determinato la manovra. La Commissione Europea pubblicherà la valutazione delle leggi di bilancio dei Paesi membri, compresa l’Italia, il 21 novembre.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli