Inquinamento Venafro: «Da ottobre i risultati finali e le relative valutazioni»

«Le battaglie ambientaliste, in Italia come nel resto d’Europa, – ha scritto Antonio Federico – vanno portate avanti costruendo un rapporto di fiducia reciproca tra Istituzioni e cittadini. Questa è una delle grandi sfide che ho affrontato in questi anni e che sicuramente dovrà essere al centro del dibattito pubblico anche per le prossime settimane di campagna elettorale. Come noto non mi candiderò perché rispetto il vincolo dei due mandati, ma questo non significa che smetterò di interessarmi della mia terra.

A proposito di ambiente e contrasto all’inquinamento sul fronte venafrano ho appena avuto novità importanti dalla mia amica e sottosegretaria al Ministero per la Transizione Ecologica Ilaria Fontana, che vi riporto integralmente.» 

“In data venerdì 8 luglio 2022 si è tenuta la tredicesima riunione del gruppo di lavoro composto da Ispra, Arpa Emilia-Romagna, Arpa Molise e MITE volto allo studio dello stato della qualità dell’aria nella Piana di Venafro e relative sorgenti di inquinamento. Nell’ambito dell’incontro è stato fatto il punto circa lo stato delle determinazioni analitiche dei campioni acquisiti nel corso della campagna di monitoraggio invernale e sulla base di quanto riferito dall’ARPAE Emilia-Romagna e dall’ISPRA i risultati delle analisi (compresi quelli di Arpa Molise) saranno pronti per la fine dell’estate. Successivamente alla presentazione di tali risultati al gruppo di lavoro, che dovrebbe avvenire il prossimo 20 settembre, si procederà alla predisposizione della relazione finale delle attività e relative conclusioni.

Pertanto, si ritiene che da ottobre prossimo si potranno avere i risultati finali e le relative valutazioni circa le fonti di inquinamento.”