Inno d’Italia per i piccoli. Tamponi alle superiori. Viaggio tra le emozioni del rientro a scuola

“La Dad è stata bella tosta non ce lo aspettavamo è stata molto difficile speriamo di restare in presenza con tutte le precauzioni”, parola degli studenti termolesi che questa mattina, 15 settembre, hanno fatto rientro sui banchi di scuola. Lo squillo della campanella molto atteso per i ragazzi dopo un anno di quasi didattica a distanza. Distanziamento, mascherine, lavaggio delle mani e nel caso dell’istituto Alberghiero anche la Croce Rossa con la possibilità su base volontaria di effettuare un tampone rapido prima dell’ingresso a scuola per i maggiorenni mentre i minorenni avevano bisogno del consenso dei genitori. Emozioni anche davanti alle scuole primarie di primo e secondo grado soprattutto per i piccoli della prima elementare che hanno fatto il loro ingresso nella scuola dei grandi. E se per gli studenti è il giorno tanto atteso per una sorta di “ritorno alla normalità” per presidi e professori si tratta, invece, di un nuovo anno di sfide fatte di rispetto delle regole, distanziamento, lavaggio delle mani, mascherine, ingressi scaglionati e Green Pass. Un anno che non si preannuncia facile con l’incognita Covid che continua ad aleggiare sulla scuole molisane.

IN ALTO I VIDEO REALIZZATI A CAMPOBASSO E TERMOLI – IN BASSO LA GALLERY FOTOGRAFICA DELLE DUE CITTA’