Influenza, parte la campagna vaccinale della Regione Molise per debellarla

«Il vaccino contro l’influenza è sicuro, previene la malattia e, soprattutto, aiuta a prevenire le complicanze dell’influenza»

E’ stata presentata questa mattina, 14 novembre, a Palazzo Vitale la campagna vaccinale e antipneumococcica 2019-2020 della Regione Molise. Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente della Regione Molise, Donato Toma, il direttore generale per la Salute, Lolita Gallo, e il commissario straordinario dell’ASReM, Maria Virginia Scafarto. Un’occasione, come sottolineato dal presidente Toma, non solo per illustrare la nuova campagna ma anche per contribuire, attraverso gli organi di stampa, a veicolare ai molisani le informazioni che devono conoscere riguardo all’influenza e a come prevenirla. L’influenza rappresenta un serio problema. Per il Sistema sanitario è una rilevante fonte di costi diretti e indiretti, dovuti alla gestione dei casi, delle complicanze della malattia e dell’attuazione delle misure di controllo. È tra le poche malattie infettive che, di fatto, ogni persona sperimenta più volte nel corso della propria esistenza, indipendentemente dallo stile di vita, dall’età e dal luogo in cui vive. Il vaccino contro l’influenza, come ha spiegato il governatore nel corso dell’intervento, è sicuro, previene la malattia e, soprattutto, aiuta a prevenire le complicanze dell’influenza. Toma ha ricordato i risultati della precedente campagna vaccinale 2018-2019 che ha fatto registrare in Molise oltre il 61% delle vaccinazioni, rispettando quindi gli standard previsti a livello nazionale. Il vaccino è offerto gratuitamente alla popolazione anziana di età pari o superiore a sessantacinque anni, nonché ai soggetti a rischio per patologie, ai soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori. È possibile praticare il vaccino presso gli ambulatori dei medici di Medicina generale, i cosiddetti medici di famiglia, i pediatri di libera scelta e gli Ambulatori vaccinali del Dipartimento di Prevenzione. ln associazione alla vaccinazione antinfluenzale viene offerta, gratuitamente, anche la vaccinazione antipneumococcica agli ultrassessantacinquenni e alle persone con patologie a rischio di infezione grave da pneumococco. La vaccinazione è fortemente raccomandata per tutti i cittadini e, in particolare, per le seguenti categorie per le quali è gratuita: soggetti ultrasessantacinquenni; soggetti affetti da malattie croniche; donne al secondo/terzo mese di gravidanza; persone che per lavoro si trovino a contatto con animali. Sono tenuti alla vaccinazione medici e personale sanitario di assistenza, familiari che siano con loro a contatto diretto, addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo, Forze dell’ordine, Vigili del fuoco, ecc. Anche a queste categorie il vaccino sarà offerto gratuitamente dal Sistema sanitario. Al fine di alimentare il sistema informativo nazionale relativo alle vaccinazioni, comprese quelle antinfluenzali, gli operatori del Servizio sanitario, preposti alla somministrazione delle vaccinazioni, utilizzano la piattaforma ClicVaccino, messa a disposizione dalla Regione. Tale sistema garantisce un controllo costante e puntuale sullo stato delle vaccinazioni in Molise. Il presidente Toma, ha concluso ringraziando gli operatori sanitari, i medici di Medicina generale, i pediatri e i farmacisti per la preziosa collaborazione, nonché gli organi di informazione per l’opera di divulgazione della campagna vaccinale.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com