Infermiera molisana del San Camillo guarita dal Covid: “E’ stata dura ed ho ancora dolori”

Cinquanta giorni di ricovero lontano dal marito e i suoi tre figli. La paura di un virus di cui così poco si sa, oggi come allora. La rabbia di essersi vista negare addirittura il “premio Covid” perché assente: “Certo, ero ricoverata perché ho contratto il Covid. Ultima beffa”.

Gabriella Criacci è un’infermiera molisana che vive a Roma e lavora presso il pronto soccorso del San Camillo. Roma Today l’ha intercettata durante la manifestazione organizzata da Nursind di fronte alla sede della Regione Lazio, durante la quale ha ricevuto un lungo applauso da parte dei suoi colleghi: “Mi sono commossa – dice -. E’ stata dura, ma quello che temo è che questo virus qualcosa ti lascia perché ho dolori da allora”.

Romatoday.it