Indennità di carica a Castrataro, nuovo attacco dalle opposizioni

Nuovo attacco dai banchi della minoranza al sindaco di Isernia, Castrataro. È Giovancarmine Mancini di Alleanza per il futuro che “spara a zero” contro l’amministrazione per gli aumenti delle indennità di carica. Sulla sua pagina Fb Mancini scrive: “Dopo Pierino “il Fenomeno” va in scena Pierino “il Magico”. Venendo da Assisi finge di imitare San Francesco e rinuncia a parte di indennità ma con determina di martedì Santo la fa adeguare immediatamente alla normativa vigente e…. opla’, come per magia, lo “stipendio” si moltiplica…per sé e i suoi confratelli di giunta…ovviamente.
€. 4.532,92 per il 2022.
€. 5.899,47 per il 2023.
€. 7.800,75 per il 2024.
Al mese, ovviamente.
Un abbraccio paterno a tutti i ragazzi che tornarono per votare “Piero”.
Fin qui Mancini, ma sull’aumento delle indennità diversi i mal di pancia tra gli esponenti di opposizione, come Oreste Scurti, di Progetto per Isernia, che aveva invitato Castrataro a dire tutta la verità sugli aumenti, precisando cifre e date.