Incendio e blackout sulla nave da crociera, isernini con neonato bloccati in mare aperto in piena notte

Ore di paura per due coniugi isernini che insieme al figlio si trovavano al largo della Grecia.

REDAZIONE

C’era anche una coppia di coniugi isernini insieme al figlio di pochi mesi, a bordo della Msc Sinfonia, la nave da crociera su cui, la notte di martedì, è scoppiato un principio di incendio sul ponte numero 3, con conseguente blackout elettrico durato più di un’ora. La nave era partita da circa un’ora da Santorini ed era diretta a Drubvonik (Croazia) quando è scattato l’allarme. Panico tra i viaggiatori dopo che i dispositivi antincendio che si sono attivati. «Abbiamo passato dei brutti momenti – ha dichiarato in merito l’isernina 34enne –. È passata più di un’ora prima che ci comunicassero che la situazione era tornata alla normalità, ma in realtà si viaggiava con un solo motore. Per di più il giorno successivo la nave si è fermata di nuovo a causa di una presunta anomalia al generatore. Anche in questo caso è stata ferma per più di un’ora per poi ripartire. Ci hanno fatto attraccare al porto di Ancora solo oggi. In realtà, dopo essere partiti da Santorini ci saremmo dovuti dirigere a Mykonos, ma l’ultima escursione è stata annullata sembrerebbe per le condizioni avverse del mare. Anche se – ha spiegato l’isernina – le altre navi hanno raggiunto comunque l’isola greca. Solo la nostra ha annullato la tappa».
La nave era partita venerdì scorso dal porto di Ancora. Una crociera da sogno che però ha rischiato di trasformarsi in un incubo. «Una bruttissima sensazione – ha dichiarato l’isernina – siamo rimasti bloccati in mezzo al mare senza che nessuno ci dicesse nulla. Per fortuna tutto è andato per il meglio e siamo tornati a casa sani e salvi, ma la paura è stata tanta.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com