In fiamme la pineta di Guardialfiera, «non è possibile che siano tutti casuali»

Il commento del sindaco Vincenzo Tozzi dopo il quarto rogo in una settimana

«Non è possibile che sempre nello stesso poi e nei dintorni divampino degli incendi». E’ così che Vincenzo Tozzi, sindaco di Guardialfiera, ha commentato all’Ansa Molise quello che si sta verificando in paese dove in una settimana sono quattro gli incendi che sono divampati nella pineta di Guardialfiera. Una situazione che Tozzi aveva denunciato anche su Facebook postando anche la foto delle fiamme che hanno divorato parte della vegetazione in uno dei quattro incendi che sono divampati in una settimana. L’ultimo nella serata di lunedì che ha visto l’intervento dei vigili del fuoco di Santa Croce di Magliano che prontamente sono riusciti a domare le fiamme. Per il primo cittadino, però, non è possibile che gli incendi siano del tutto casuali. «Non è possibile che sempre nello stesso posto e nei dintorni divampino incendi». I primi focolai si sono verificati la settimana scorsa quando le fiamme hanno bruciato una staccionata in legno posta a delimitare l’area verde, oltre a una fetta del bosco mediterraneo. Anche in questo caso è stato l’intervento dei vigili del fuoco ad evitare il peggio in una operazione congiunta che ha visto la partecipazione anche degli operatori del Comune che sono riusciti a scongiurare il propagarsi delle fiamme nel sottobosco che avrebbero potuto avere delle conseguenze ben più drammatiche. Nei giorni successivi, poi, si sono verificati altri due roghi e l’ultimo nella serata di lunedì attorno alle 20. Si tratta del quarto episodio e solo fortunatamente non ha prodotto gravi danni alla macchia mediterranea vicino al bivio per Guardialfiera. «Il primo incendio è stato il più grave – afferma il sindaco Tozzi – con i danni maggiori». La speranza è che questi incendi cessino al più presto.