Il presidente Roberti: “Mons. D’Angelo, uomo del dialogo”

Mons. Antonio D’Angelo, domenica 12 settembre 2021, è stato consacrato Vescovo Ausiliare di L’Aquila. Nominato lo scorso 14 agosto da Papa Francesco, affiancherà il Cardinale Arcivescovo, Giuseppe Petrocchi, nello svolgimento del ministero nella comunità ecclesiale e sociale della comunità aquilana.
Mons. D’Angelo è nato il 2 marzo 1971 a Castelmauro, è stato ordinato presbitero il 14 settembre 1996. Nel 2008 ha conseguito la Licenza in Teologia Pastorale presso la Pontificia Università Lateranense a Roma e nel 2018 il Diploma dell’Istituto superiore per Formatori presso la Pontificia Università Gregoriana.
Ha ricoperto diversi incarichi: dal 1996 è stato Vicario Parrocchiale, Amministratore Parrocchiale e Parroco di S. Giovanni Battista a Colletorto e dal 2005 al 2007 Direttore della Caritas Diocesana; nel 2005 è diventato Canonico della Basilica Concattedrale di Larino e nel 2007 Vicerettore del Pontificio Seminario Regionale Abruzzese-Molisano S. Pio X di Chieti; dal 2007 al 2012 è stato Direttore dell’Ufficio Diocesano di Pastorale vocazionale e dal 2008 Membro del Consiglio Presbiterale; nel 2010 è stato nominato Economo del Seminario Regionale. Dal 2016 finora è stato Rettore del Pontificio Seminario Regionale Abruzzese-Molisano S. Pio X di Chieti. Dal 2018 è Membro della Commissione Presbiterale Italiana della CEI.
“A Mons. Antonio D’Angelo giungano i miei personali complimenti e l’in bocca al lupo per il nuovo importante ruolo che andrà a svolgere nella vicina terra abruzzese – ha affermato il Presidente della Provincia di Campobasso, Francesco Roberti – Una illustre persona della nostra regione, che ha sempre favorito il dialogo e la collaborazione all’interno delle comunità in cui ha esercitato il proprio ministero”. “La nomina di Mons. Antonio D’Angelo, da parte di Papa Francesco, è anche frutto della grande e importante opera che svolge sul territorio la Diocesi Termoli-Larino, egregiamente guidata da S.E. Mons. Gianfranco De Luca. All’intera Diocesi va l’encomio per la vicinanza ai cittadini e al territorio, proseguito con costanza anche durante i periodi più difficili degli ultimi mesi. Un punto di riferimento importante per la collettività”, ha concluso Roberti.