Il Parco San Giovanni sotto la lente degli studenti del Liceo classico ‘M. Pagano’

Domani, venerdì 8 aprile, la condivisione dei dati del monitoraggio civico svolto nell’ambito del progetto “A scuola di Open Coesione”

Domani, venerdì 8 aprile a partire dalle 10 il team: “The Marconi Street Pals”, studenti della IV A del Liceo Classico “Mario Pagano”, organizza l’evento: “Share – Condividiamo” a conclusione del progetto ASOC (A Scuola di Open Coesione annualità 2021-2022) all’interno del parco “Eduardo De Filippo” nel quartiere di San Giovanni.

L’evento è stato pensato per condividere, con i presenti e tutti coloro che vorranno unirsi, il prezioso lavoro di monitoraggio civico svolto dagli studenti del liceo classico cittadino, alle prese con l’esame del progetto finanziato con i fondi europei dal titolo Interventi di riqualificazione e risanamento ambientale centri storici e aree urbane.

Il progetto, gestito dal Comune capoluogo, è stato incentrato sulla valorizzazione del parco San Giovanni, da anni punto di incontro degli abitanti del quartiere e non solo, luogo di aggregazione in cui vengono organizzati eventi culturali, non ultimo il Festival della tradizione popolare, che anima le serate estive campobassane.

La presenza degli studenti “monitoranti“ del “The Marconi Street Pals” nel luogo attenzionato dal progetto, oltre ad attestare la piena e tangibile attuazione delle iniziative progettuali, che hanno reso l’area strategica per Campobasso, vuole essere anche propositiva: in questo luogo, forse, si potrebbe fare ancora di più, come ad esempio realizzare attività ludiche e ricreative, come quelle che verranno messe in campo l’8 aprile.

A questo proposito, saranno ospiti della mattinata l’Associazione Persone Down di Campobasso con un laboratorio di pittura. Gli studenti vogliono anche sottolineare la necessità di dare impulso all’associazionismo locale, specialmente giovanile, veramente carente nel contesto regionale.

Nell’organizzare l’evento mattutino di venerdì gli studenti del team, coordinati dalle docenti Liliana Zocco e Anna Cinelli, hanno voluto soffermarsi sui valori della solidarietà, dell’integrazione, della coesione sociale e delle attività di volontariato, dello sport, importantissimi specialmente in periodi come quello che stiamo vivendo. Per questo motivo, tramite l’Associazione Solidarietà senza confini, sono state coinvolte alcune famiglie ucraine e parteciperà anche Andrea Lupo, Dirigente della Polisportiva Acli di Campobasso.

Hanno collaborato alla realizzazione di questo “evento diffuso”, oltre alle associazioni suindicate, ActionAid Molise ed Europe Direct Molise, già coordinatore regionale del progetto A Scuola di Open Coesione.

Contesto di riferimento – A Scuola di Open Coesione è un progetto di monitoraggio civico che sviluppa l’esercizio della cittadinanza attiva negli studenti delle scuole superiori coinvolgendoli nella disamina di un progetto scelto all’interno della piattaforma governativa di open data http://www.opencoesione.gov.it

Il progetto è nato nove anni fa da una idea del Dipartimento delle politiche di coesione a cui si sono aggiunti, quali partner nazionali, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea ed il Miur. ASOC è giunto alla nona edizione e ha visto la partecipazione, ogni anno, di circa 200 team. Un progetto che trasforma gli studenti in cittadini in grado di “leggere” meglio quello che accade intorno e di interrogarsi su quanto accade, di interagire con le Istituzioni del territorio sviluppando e presentando proposte concrete. Come nella mattinata dell’8 aprile.