«Il Molise è tornato ai numeri di inizio maggio ma i tamponi sono ancora pochi»

«Il Molise è tornato ai numeri di inizio maggio ma i tamponi sono ancora pochi». E’ quanto sostiene Andrea Palladino, lo scienziato molisano che lavora in Germania e che sta seguendo dall’inizio l’evoluzione dell’emergenza Covid-19. Sotto la lente di Palladino è andata quindi a finire la situazione della nostra regione. «Ieri – afferma Palladino – il numero di malati in Molise è sceso sotta quota 170. Questo numero rappresenta un traguardo importante, perché 170 era il precedente minimo registratosi il 7 Maggio, ossia prima che scoppiasse il focolaio originatosi dal funerale della comunità Rom. Ci sono volute 3 settimane per tornare ai numeri di inizio Maggio, ma adesso la situazione sembra che si stia normalizzando. Il parametro R0 in Molise è pari a 0.77 (fonte CoVstat_IT), segno che la curva epidemica sta proseguendo la sua discesa.  Sul fronte tamponi, il Molise continua a farne pochi. Poco più di 40 ogni 1.000 abitanti, contro una media nazionale di circa 70 ogni 1.000 abitanti. Le regioni più virtuose (Veneto, Trentino, Valle d’Aosta) ne fanno circa 120 ogni 1.000 abitanti, ossia il triplo rispetto al Molise». +