Il Mantello di Agnone a Tavecchio

AGNONE. Quattro ore intense quelle passate da Tavecchio ed i suoi numerosi accompagnatori ieri ad Agnone. Una mattinata non piena di sorprese per il numero 1 della federazione Italiana Gioco Calcio. Dopo la visita presso il museo del rame dei Cerbasi ed alla Pontificia di campane dei Marinelli il momento clou dell?importante visita si ? svolta nella sala del consiglio comunale di palazzo San Francesco dove Tavecchio ? stato accolto dal sindaco Marcovecchio, dagli assessori Scampamorte, Marcovecchio e Gigliozzi e dai consiglieri Masciotra e Melloni. Ma su tutti il leader della Fgic ha potuto riabbracciare il suo amico Rocco Sabelli.
Ed ? stato proprio il manager agnonese a dare il benvenuto a Tavecchio e ai suoi ospiti. ?Ci lega un?amicizia che dura da oltre quindici anni ?ha detto Tavecchio riferendosi a Sabelli- Un vero manager che ha compreso immediatamente, dieci anni fa, la mia idea di eliminare le barriere e che il futuro dei campi da calcio era il sintetico. Quello di Agnone fu il primo nel 2005. Oggi ce ne sono oltre duemila e sono nate industrie che costruiscono tappeti in erba sintetica. Un vero indotto lavorativo e siamo i primi in Europa. Per questo porto con orgoglio Agnone nel cuore. Agnone ha portato grandi innovazioni nel mondo del calcio?. Tavecchio seduto sugli scranni riservati ali assessori insieme con De Cristinzi ha ricevuto da Sabelli e poi dal sindaco Marcovecchio il ?Mantello? (l?antica cappa agnonese segno di nobilt? d?animo sin dall?800 e donata solamente agli uomini illustri in visita ad Agnone) ed una copia della Tavola Osca. ?Sono stato preso in contropiede ?ha sottolineato Tavecchio- per ricambiare far? avere al sindaco e Sabelli la divisa originale della Nazionale azzurra e la maglia di Buffon che ha indossato negli ultimi europei di una dozzina di giorni fa?. Ma lo stesso ingegner Sabelli ha pi? volte chiesto al Presidente della Figc la possibilit? di dotare il Civitelle di un nuovo manto erboso oramai usurato dopo circa undici anni di calpestamenti vari. ?E? durato anche tre anni in pi? di quanto doveva? ha sottolineato Tavecchio all?incalzare del manager agnonese, che con bravura non si ? esposto pi? di tanto su eventuali finanziamenti per un nuovo sintetico. ?Ora ti aspettiamo ad Agnone per l?inaugurazione del nuovo tappeto erboso? ha detto ridendo Sabelli con un Tavecchio che ha semplicemente annuito.
?Agnone per il calcio molisano rappresenta tutto ?ha fatto eco De Cristinzi- Professionalit?, gestione, attenzione dei costi, correttezza, competenza. Il campo senza barriere ? anche richiamo turistico con la giustizia sportiva che non ha mai elevato provvedimenti. Ringrazio tutti anche per il Mantello che ha un alto significato morale?. Infine le foto di rito e la ripartenza. Erano le 13.10 quando i portoni di Palazzo San Francesco si sono chiusi dietro la folta delegazione del calcio nazionale.
Vittorio Labanca

TAVECCHIO riceve la tavola osca 16.07

3

TAVECCHIO con sindaco assessori e consiglieri 16.07 (25)