“Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce”, l’Italia si aggiudica il quadrangolare

Omega Point

CAMPOBASSO

Gli azzurri fanno en-plein, vincendo tutti gli incontri disputati. 

L’Italbocce entusiasma il pubblico del Centro Tecnico Regionale del Molise, pieno all’inverosimile, come forse era stato così solo nel giorno dell’inaugurazione il 1° maggio 1985. 

Un successo oltre ogni più rosea aspettativa, in termini organizzativi, di pubblico e per quel che concerne il livello tecnico.

Luca Viscusi, Luca Santucci, Federico Patregnani e Flavia Morelli hanno arricchito il proprio palmarés con il torneo di Campobasso, rientrante nella più importante tradizione del territorio.

Gli azzurri, dopo aver superato la Svizzera per 6-0, hanno vinto 4-0 il match di finale contro San Marino nella rivincita dopo l’epilogo dei Giochi del Mediterraneo a Tarragona, in Spagna, dove i sammarinesi con Enrico Dall’Olmo hanno vinto l’oro ai danni dell’Italia.

Dieci incontri vinti dai ragazzi di Pallucca, spinti dal caldo tifo molisano. 

L’evento sportivo molisano più importante del 2018 ha messo in luce un Molise laborioso e amante dello sport d’alto livello. Ad assistere alla kermesse internazionale anche una delegazione della Magnolia Campobasso, capolista del campionato femminile di serie A2 di pallacanestro.

Nel capoluogo molisano, per l’occasione, si è tenuto anche il Consiglio federale della Federbocce. E il presidente Marco Giunio De Sanctis ha rimarcato la bontà dell’iniziativa, complimentandosi con lo staff guidato dal presidente della FIB Molise, Angelo Spina, quest’ultimo visibilmente emozionato e soddisfatto.

Al terzo posto, la selezione svizzera. Quarta classificata la Turchia.

Insieme a De Sanctis, presenti anche il vice-presidente vicario Moreno Rosati, che è anche vice della Confederazione Boccistica Internazionale, bocce della Raffa mondiali rappresentate dal presidente Mutlu Turkmen, il quale ha auspicato a una seconda edizione di questo evento destinato a restare nella storia dello sport molisano. A guidare le selezioni svizzera e sammarinese, i presidenti federali, rispettivamente, Claudio Knecht e Maurizio Mularoni.

La tre giorni internazionale prosegue questa mattina, domenica 2 dicembre, con il trofeo ‘Città di Campobasso’, Individuale Internazionale, che vedrà al via 64 atleti di A1 e A. In campo anche i sammarinesi, gli svizzeri e i turchi che hanno preso parte al Quadrangolare Internazionale.

Omega Point

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli