Centrodestra: spunta la Sabatini, ma c’è la smentita ufficiale. Centrosinistra, si parla di Iannacone

In lizza per i progressisti anche Totaro e la D’Achille

Candidature al parlamento. Continua il tam-tam dì indiscrezioni in arrivo per lo più dalla capitale, dove i sondaggi sui nomi stanno facendo “giustizia” di parecchie ambizioni individuali.

Ma veniamo agli ultimi nomi finiti nel calderone del “totocandidati”

Nel Centrodestra, l’ultima indiscrezione dice che dopo la Lega, anche l’Udc di Cesa avrebbe chiesto agli alleati il collegio maggioritario del Senato, ma non per Micone, come si pensava, bensì per Anna Paola Sabatini, la direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale.

La Lega invece potrebbe fare la sorpresa, non sarebbe Marone il suo candidato al Senato, ma un attuale consigliere o assessore regionale ancora da indicare. Resta blindata invece la Tartaglione alla Camera che, con elevata probabilità, se la dovrà vedere con un’altra giovane donna, Caterina Cerrone, di Agnone, segretaria nazionale dei giovani Pd.

Al proporzionale Camera, per il Pd, dopo gli accordi romani tra Letta e Speranza, spunta il nome di Francesco Totaro. L’altra grossa novità delle ultime ore è quella di una candidatura indipendente per il maggioritario del Senato al Centrosinistra, si tratterebbe di Domenico Iannacone, il celebre giornalista d’inchiesta molisano, che però dovrebbe dare una disponibilità che ancora non ha dato. Al proporzionale, in questo caso, andrebbe la D’Achille e Facciolla rinuncerebbe.

Ricapitolando, il duello alla Camera sarebbe tra due donne, Tartaglione contro Cerrone. Al Senato, invece, se Cesa la spunta e se Iannacone accetta, ci sarebbe un duello tra il giornalista Rai e la Sabatini.

Intanto quest’ultima, dopo la pubblicazione del nostro pezzo, ci ha inviato una Pec, smentendo la nostra indiscrezione perché – a suo dire – priva di fondamento. Riportiamo correttamente la sua smentita, ma l’indiscrezione a noi è arrivata da Roma e, molto probabilmente, il suo nome sarà stato fatto a sua stessa insaputa, al tavolo nazionale, insieme a tanti altri nomi di rilievo, proprio nell’intento di individuare una personalita’ competitiva e conosciuta.

(Redis)