Il Covid ferma il Carnevale di Larino: annullata la sfilata dei carri allegorici

L’annuncio degli organizzatori: “Avevamo provato a ripensare l’evento ma la pandemia ci ha bloccato di nuovo. Il nostro è solo un rimandare con la tristezza nel cuore”

Ancora un grande evento annullato a causa del Covid: è il carnevale di Larino. Una notizia che arriva direttamente dagli organizzatori di uno degli eventi di punta della nostra regione.

Non solo. Il carnevale di Larino era riuscito a varcare i confini regionali divenendo uno dei 27 carnevalo storici d’Italia nel 2018 dopo il riconoscimento dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

“Il Carnevale di Larino 2020 è stato l’ultimo evento prima dell’ormai famoso lockdown – hanno fatto sapere gli organizzator – Dopo, nulla è più stato come prima.

In questi due anni sono cambiate tante cose e sicuramente anche noi con esse. C’è però una cosa che è rimasta sempre uguale: l’impegno e la costanza con cui tutti coloro che gravitano intorno al mondo del Carnevale di Larino non hanno mai smesso di lavorare.

Lo scorso anno è stato impossibile anche solo pensare di organizzare un evento come quello del Carnevale a cui eravamo abituati, sarebbe superfluo anche solo spiegare il perché.

Così abbiamo provato a ripensare la nostra manifestazione per l’estate, ma purtroppo, ancora una volta, il COVID ci ha fermati.

Abbiamo quindi lavorato ancora di più per portare un po’ di colore durante il Natale, ma, ancora una volta e a malincuore, siamo stati costretti ad annullare anche il ciclo di eventi “Coriandoli di Natale”.

Ad oggi, con la tristezza nel cuore, ma consci di agire nel giusto, ci teniamo a comunicare con largo anticipo che l’imminente edizione del Carnevale di Larino 2022 non ci sarà.

Questo però non vuol dire che non torneremo a vivere la magica atmosfera del nostro Carnevale, sperando di tornare a respirare un po’ di normalità durante i mesi estivi.

Il nostro è solo un rimandare, con la promessa di continuare a lavorare e con l’augurio di poter tornare a luglio ad avere gli occhi pieni di coriandoli e colori.

Non ci siamo mai arresi e non lo faremo nemmeno ora; ancora una volta rallentiamo, ma non molliamo”.