Il Campobasso vola: battuto anche il Latina 2-0 con Persia e Bolsius. E i playoff stuzzicano la fantasia dei tifosi…

Persia nel primo tempo, Bolsius nella ripresa. Il Campobasso colpisce ancora, centrando la seconda vittoria consecutiva casalinga contro un Latina che ha giocato il primo tempo alla pari, salvo poi cadere sotto i colpi di un Lupo in evidente crescita fisica e mentale. E che adesso scopre territori inesplorati, zone di classifica interessanti che possono consentire, perchè no, di guardare alla zona play-off. In tal senso, sarà fondamentale il primo dei due recuperi, mercoledì contro la Turris.

Equilibrio e guizzo. Rispetto a Catania, Cudini inserisce Vanzan al posto dello squalificato Pace; turno di riposo per Tenkorang, Candellori torna a centrocampo in luogo di Bolsius, all’esordio dal 1′. Latina propositivo in avvio in appoggio su Sane, ma è del Campobasso la prima occasione vera del match: al 15′ Vanzan trova una gran botta dalla distanza: soluzione apprezzabile di poco sul fondo. Minuto trentadue: azione insistita del Campobasso, Rossetti al cross, Liguori riesce solo a spizzare tra le braccia di Cardinali. Primo vero lampo per i laziali pericolosissimi al 37′: traversone di Carissoni, raccoglie in acrobazia Sane che in rovesciata manda di pochissimo a lato. Un equilibrio sul piano del gioco e delle occasioni, spezzato dall’improvviso vantaggio del Lupo al 43′: Rossetti al tiro da sinistra, Cardinali respinge e sulla ribattuta si catapulta Persia che con un gran tiro spedisce sotto l’incrocio dei pali. Esultanza sfrenata per l’ex Fermana, che manda i suoi a riposo con un vantaggio preziosissimo.

Consistenza. Pronti-via e Liguori prova ad emulare Sane: stessa rovesciata, dopo cross di Bolsius, esito diverso con Cardinali che si oppone in tuffo. Il Lupo però è pronto ad azzannare e lo fa al 5′ con il solito scatenato Liguori sulla fascia, assist al centro per Bolsius che ha tutto il tempo per prendere la mira e spedire in rete sotto la Curva Nord. Il Campobasso è padrone del campo, il Latina prova a riversarsi davanti (cambiando gli effettivi offensivi) senza tuttavia creare grossi problemi a Raccichini, quasi inoperoso nella prima metà del secondo tempo. Al contrario, il Lupo si apre degli ampi spazi a campo aperto, sfiorando il tris alla mezz’ora con Rossetti, stoppato solo da un provvidenziale Cardinali. Un minuto dopo, clamorosa occasione per il 3 a 0: cross di Merkaj, respinta corta del portiere, Emmausso a porta sguarnita non riesce ad inquadrare il bersaglio grosso. Le occasioni fioccano in contropiede, con Tenkorang al 90′ tutto solo davanti a Cardinali, che salva il Latina – già remissivo – da un passivo più pesante. Il Campobasso festeggia con i suoi tifosi il secondo sorriso consecutivo interno. Tanti motivi per gioire, ad iniziare da una classifica sempre più consolidata. le.lo.

Formazioni

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Menna, Dalmazzi, Vanzan; Bontà, Persia (89’Sbardella), Candellori (89’Nacci); Liguori (65’Merkaj), Rossetti (78’Tenkorang), Bolsius (65’Emmausso). A disposizione: Coco, Ladu, Martino, Di Francesco. Allenatore: Mirko Cudini

LATINA (3-5-2): Cardinali; De Santis, Esposito, Giorgini (52′ Sarzi Puttini); Ercolano (78’Mascia), Tessiore, Carissoni, Amadio, Barberini (52′ Di Livio); Andrade, Sane (59’Rosseti), Jefferson (52’Carletti). A disposizione: Tonti, Celli, Palermo, Atiagli, D’Aloia, Rossi. Allenatore: Daniele Di Donato

Arbitro: Bonacina di Bergamo

MARCATORI: 43′ Persia, 50′ Bolsius