Il Campobasso vince anche a Monopoli (2-1) e scala la classifica. Prova maiuscola dei rossoblù (VOTA IL SONDAGGIO)

Campobasso ancora convincente, al secondo successo consecutivo. Chi è stato il migliore dei Lupi?

Un’altra gara solida, un contenitore di grinta e qualità. Il Campobasso sbanca Monopoli con ampio merito, dando seguito alla prova offerta con la Paganese, ottenendo il secondo successo esterno (il terzo complessivo) issandosi a quota undici in classifica. Non male per una squadra finita troppo presto nel pentolone delle critiche, causa qualche sconfitta dovuta ad episodi e peccati isolati, preludio di mugugni eccessivi rispetto a quanto prodotto sul campo. Contro un Monopoli dal biglietto da visita roboante, il Lupo ha saputo usare il bastone e la carota, senza risparmiarsi. Bello a tratti nel primo tempo, in sofferenza controllata nella ripresa. A sette giorni dal big match con la capolista Bari, ci sono soltanto motivi per sorridere.

Scelte annunciate e grande avvio. Il Lupo che si presenta al ‘Veneziani’ è quello annunciato alla vigilia: Pace confermato sulla sinistra, davanti c’è il tridente che ha fatto soffrire la Paganese sette giorni fa. I pugliesi si affidano al capocannoniere del girone C Starita, supportato da un 3-5-2 flessibile messo in campo da Colombo. Pronti-via e il Campobasso si conferma ‘on fire’: Di Francesco sguscia a testa bassa nell’area biancoverde, va sul sinistro e pennella un traversone basso perfetto per l’accorrente Tenkorang, che in scivolata sul secondo palo insacca a porta sguarnita. Migliore avvio non poteva esserci dinanzi ad un Monopoli che, stordito, si affaccia dalle parti di Raccichini al decimo con una conclusione dal limite di Viteritti a lato di un metro. Poca cosa rispetto alla grande occasione per il raddoppio che capita al 19′ a Candellori: il numero otto, dalla stessa mattonella del dirimpettaio, sfiora il gol chiamando al super intervento Loria, bravissimo nella deviazione in angolo. Con il passare dei minuti i locali riescono ad uscire dalla forte pressione rossoblù, ma è soltanto un capolavoro di Starita – fino a quel momento vivace ma poco pericoloso – a rimettere il punteggio in parità con un gran tiro sotto l’incrocio dei pali quando corre il minuto trentotto. Campobasso sfortunato negli episodi, seppur piacevolmente testardo nella reazione, fino a riproporsi clamorosamente allo scadere: Pace pennella da sinistra, Bontà da due passi non riesce a trovare la giusta coordinazione e spedisce di poco a lato. Lampi di grinta (e bel gioco) che avrebbero meritato miglior parziale al duplice fischio del sig. Ricci di Firenze.

Una ripresa senza sbavature. Si riparte con lo stesso undici, lo stesso piglio e un altro gol rossoblù, al 7′. Stavolta la dea bendata restituisce quanto tolto nella prima frazione: Candellori va al cross da sinistra, Guiebre nel tentativo di anticipare Tenkorang insacca col piattone nella propria porta. Nel settore ospiti è delirio per un Lupo che potrebbe anche triplicare in contropiede con Di Francesco e con una buona occasione capitata a Dalmazzi al 12′ sulla quale è provvidenziale Loria nell’intervento. Cudini si gioca allora le sue carte dalla panchina nel tentativo di gestire senza patemi: entrano Vanzan e Liguori per Vitali e Di Francesco, Pace scala nella batteria offensiva mantenendo il 4-3-3. Poco dopo Fabriani è costretto ad alzare bandiera bianca per uno scontro pericoloso nel quale il terzino perde per alcuni secondi conoscenza, prima di essere sostituito da Sbardella. Dall’altra parte Colombo – a specchio – attinge dalla panchina per il forcing finale. Che produce una sola grande palla gol allo scadere, quando Grandolfo trova la pronta risposta di Racchini e Nocciolini, entrato ad inizio ripresa, spara alto a botta sicura da una manciata di metri. Sospiro di sollievo per un Lupo che conclude la missione senza ulteriori patemi dopo 5′ di recupero. E’ la seconda vittoria consecutiva, ancora una volta strameritata. le.lo.

(*foto MonopoliCalcio)

MONOPOLI (3-5-2): Loria; Mercadante, Bizzotto, Riggio; Viteritti (55’Grandolfo), Piccinni (74’Nocciolini), Morrone, Bussaglia, Guiebre; Starita, D’Agostino (60’Tazzer). A disposizione: Guido, De Santis, Romano, Nina, Vassallo, Hamlili, Langella, Novella, Milani. Allenatore: Alberto Colombo

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani (80’Sbardella), Menna (58’Magri), Dalmazzi, Pace (75’Vanzan); Candellori, Bontà, Tenkorang; Vitali, Rossetti, Di Francesco (75’Liguori). A disposizione: Zamarion, Coco, Nacci, Emmausso, Giunta, Parigi. Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Ricci di Firenze

MARCATORI: 5′ Tenkorang, 39′ Starita (M), 52′ aut. Guiebre

RISULTATI 8^ GIORNATA. Messina-Monterosi 1-3; Avellino-Virtus Francavilla 1-0; Bari-Turris 4-2; Catania-Juve Stabia 3-2; Latina-Picerno 3-0; Monopoli-Campobasso 1-2; Paganese-Catanzaro 0-2; Palermo-Foggia 3-0; Potenza-Fidelis Andria 2-0; Taranto-Vibonese 0-0

LA NUOVA CLASSIFICA. Bari 20, Catanzaro 14, Palermo, Turris, Taranto, Monopoli, Virtus Francavilla 13, Foggia 12, Campobasso, Juve Stabia, Avellino, Paganese 11, Catania, Monterosi 10, Latina, Picerno 8, Potenza 7, Messina, Fidelis Andria 5, Vibonese 4