Il Campobasso dei giorni migliori si sbarazza della Paganese. Un 2-0 che sta anche stretto ai Lupi (VOTA SONDAGGIO)

Campobasso al primo successo casalingo. Chi è stato il migliore dei rossoblù?

Come d’incanto, ecco il Campobasso. Una prestazione convincente con un risultato che, occasioni alla mano, sta anche stretto ai Lupi, dominatori per lunghissimi tratti della partita. Non pervenuta – primi dieci minuti a parte – la Paganese, annichilita dalla furia di Vitali, dal dinamismo e dalla personalità della squadra di Cudini, apparsa nella sua veste migliore, quasi a voler spegnere i primi mugugni dopo un avvio di stagione anche sfortunato negli episodi.

Le scelte iniziali. Turno di riposo per Vanzan, c’è Pace sulla corsia sinistra; rientra Fabriani a destra, Vitali e Di Francesco (come annunciato) vincono il ballottaggio con Emmausso e Liguori. Grassadonia risponde a Cudini con un 3-5-2 che ha ben impressionato in avvio di campionato: prima linea affidata alle giocate dell’espertissimo Castaldo.

Brividi all’alba, poi monologo rossoblù. Pronti via e al 1′ Paganese subito pericolosissima con una girata di Iannone che fa la barba al palo di Raccichini. Gli ospiti replicano al 10′: cross di Firenze, sponda da centro area e Volpicelli da due passi trova Raccichini prontissimo. E’ il secondo serio pericolo per il Lupo, che improvvisamente si scuote. Clamorosa la palla gol al 12′: splendido traversone di Fabriani che spacca la difesa campana, è superlativo Baiocco sul colpo di testa di Di Francesco a botta sicura. Preludio al gol che giunge al quarto d’ora: iniziativa super di Vitali che, astuto, penetra tra le maglie della difesa, Baiocco non trattiene il cross basso e Di Francesco da due passi insacca. In visibilio i 3mila di Selva piana. C’è anche l’occasione per il raddoppio al 18′: Rossetti si mette in proprio, calcia trovando la pronta risposta del portiere, ma ignora Tenkorang tutto solo a centro area. I giri del motore sembrano quelli dei giorni migliori. Buona girata di uno scatenato Vitali al 32′: c’è la potenza, non la mira. Analoga sorte al 38′: Rossetti lavora un buon pallone, Fabriani si inserisce e spara alto. Un primo tempo di personalità e di intensità.

Lupo a tratti straripante. Avvio sprint del Campobasso che dopo 3′ raddoppia mettendo subito in chiaro le gerarchie del match: Pace lavora un ottimo pallone sulla sinistra, Rossetti da vero bomber salta un difensore e scaraventa sotto la traversa. Altro boato della Nord. Doppio vantaggio legittimato da un paio di conclusioni alte di Di Francesco e Bontà, dopo altrettante manovre apprezzate dal pubblico. Buona anche l’occasione al 15′: azione avvolgente, scarico su Fabriani e cross immediato su Rossetti che di testa non trova la porta. Bella e scorrevole la manovra dell’orchestra di Cudini, quasi sul velluto. Alla mezz’ora ancora rossoblù: Tenkorang va al tiro potente dal limite, Baiocco si accartoccia e devìa. Il Campobasso dà l’impressione di poter dilagare pure quando la Paganese viene avanti e si presta al contropiede: al 32′ Rossetti tenta il tiro a giro, palla di pochissimo alta sulla traversa. Poi è girandola di cambi e pieno controllo negli ultimi venti minuti con diverse occasioni per il tris a ridosso dello scadere, ad avversario ormai rassegnato. I Lupi vincono, convincono e a tratti entusiasmano, in quella che per completezza e contenuti può essere definita senza dubbio la miglior performance di questo avvio di stagione. le.lo.

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Menna, Dalmazzi, Pace (72’Vanzan); Tenkorang, Bontà, Candellori; Di Francesco (72’Liguori), Rossetti (88’De Biase), Vitali (88’Emmausso). A disposizione: Zamarion, Coco, Nacci, Martino, Ciocca, Magri. Allenatore: Mirko Cudini

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Sbampato (46’Scanagatta), Murolo, Schiavino; Zanini (59’Perlingieri), Tissone (56’Zito), Volpicelli, Firenze, Sussi; Castaldo, Iannone (46’Piovaccari). A disposizione: Pellecchia, Caruso, Viti, Pica, Guadagni, Del Regno. Allenatore: Gianluca Grassadonia

Arbitro: Collu di Cagliari

MARCATORI: 15′ Di Francesco, 48′ Rossetti