Il Campobasso cerca i primi punti interni. Contro la Paganese operazione riscatto

Le due sconfitte consecutive e i cinque punti fin qui messi insieme hanno agitato i pensieri della piazza. Malcontento e pazienza vanno stranamente a braccetto nei cuori rossoblù, che domani – in un insolito calcio d’inizio alle 17,30 – attendono altre emozioni da poter raccontare. In città si ruzza un pò, partendo però dal medesimo obiettivo: spiccare il primo volo casalingo. Campobasso-Paganese è dunque il primo mini-spartiacque della stagione, novanta minuti che dovranno dare una prima dimensione alle ambizioni di un Lupo ferito, fin qui a bocca asciutta nelle gare casalinghe, ma altrettanto motivato nel ricevere la formazione campana, ottima protagonista dell’avvio di stagione.

Quella di Grassadonia – ex difensore del Cagliari – è squadra da prendere con le pinze, capace – tra le altre cose – di fermare anche il favorito Bari e di mettere insieme un rendimento da alta classifica. Servirà un Campobasso gagliardo, aggressivo, più concreto e meno fumoso dalla trequarti. Cudini ha studiato attentamente la Paganese con i suoi ragazzi e sembra intenzionato ad operare qualche cambio rispetto alle ultime uscite, anche per necessità. Le squalifiche di Sbardella e Giunta, in primis, impongono avvicendamenti. In difesa, a destra, torna dal 1′ Fabriani; in mediana Tenkorang ritrova la casacca da titolare. Più intricato il rebus offensivo: oltre all’intoccabile Rossetti, in gol a Palermo, Vitali e Di Francesco sembrano favoriti sulle corsie laterali. Ma attenzione anche a Liguori, che ben aveva impressionato nelle primissime uscite.

La spinta del tifo. Nonostante il ko di Palermo e le due sconfitte interne in altrettante gare, è attesa domani sera una buona cornice di pubblico a Selva piana. La società ha istituito il tagliando ridotto per donne e ragazzi (costo 10 euro), un incentivo per riempire ulteriormente le gradinate della Curva Nord Scorrano e non solo. Va da sè che il popolo rossoblù può giocare un ruolo determinante nella corsa alla salvezza, al netto di depressioni ancora ingiustificate. le.lo.