Il Campobasso blocca il Cesena, l’Isernia fa valere la legge del Lancellotta, Agnone ko

Casale rosa 1/2

REDAZIONE
SPORT

Finisce a reti inviolate tra Campobasso e Cesena. In un Selvapiana in cui si è respirata l’aria da big match i rossoblu rallentano la corsa della capolista con il risultato di parità finale che rispecchia quanto visto in campo. Nei primi dieci minuti Cesena vicino al gol due volte: Noce prende la traversa mentre Lo Bello salva su Ricciardo. La risposta del Lupo porta la firma di Giacobbe su punizione ma Agliardi la toglie dall’incrocio.Al 35′ Magri si mangia il vantaggio sugli sviluppi di un corner. Sul finire del primo tempo Giacobbe va a un passo dal gol al termine di una grande azione sull’asse Calzola-Musetti. Al 45′ l’occasione più limpida targata Cesena: fallo di mano di Lo Bello e calcio di rigore ma Sposito ipnotizza Alessandro. Nella ripresa ancora Sposito neutralizza il tentativo di Munari a colpo sicuro. Giacobbe prova a suonare la carica ma il suo tiro a giro al 55′, viene respinto da De Feudis. Al 64′ Cesena in dieci: espulso Ricciardo per un colpo proibito a Marchetti. Capita sulla testa di Magri l’occasione più pericolosa del Campobasso nel secondo tempo: calcio d’angolo di Danucci con il difensore che stacca a tre metri dalla porta ma non centra il bersaglio grosso. Il forcing finale dell’undici di Bagatti produce una mezza rovesciata di La Barba che per poco non si insacca all’85 e al 91′ un sinistro di Salvatori fuori.

Ancora una volta l’Isernia fa valere il fattore Lancellotta superando con l’ennesimo 1-0 il Real Giulianova. Tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza diretta dei pentri che così accorciano le distanze proprio dagli abruzzesi ora solo a quattro lunghezze. La rete della vittoria biancoazzurra porta la firma di Fazio al 70’.

L’Olympia Agnonese fallisce la prova di maturità uscendo sconfitta da Jesi. Prestazione opaca dei granata mai pericolosi nell’intero arco di gara e puniti dalla rete di Cruz Pereira all’82. Una sconfitta che relega l’Agnonese in quart’ultima posizione a quota trenta punti in coabitazione con Avezzano e Forlì.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli